Il coraggio di educare. Che cosa c’è nel nuovo numero di Tempi

Nei giorni del ritorno a scuola, Ruini e Camisasca richiamano i cristiani al loro primo compito. Guida (cliccabile) ai contenuti del numero del mensile Tempi di settembre 2020

La copertina del mensile Tempi di settembre 2020

Nei giorni del ritorno a scuola, il numero di Tempi di settembre 2020 non poteva non dedicare la copertina a quello che era probabilmente il momento più atteso dagli italiani dall’inizio del lockdown per l’emergenza coronavirus. “Il coraggio di educare” – questo il titolo di copertina del mensile – è davvero l’urgenza numero uno per questo paese che era in declino già da molto prima di essere messo in ginocchio dal Covid-19. Ce ne parlano il cardinale Camillo Ruini in una formidabile intervista esclusiva (realizzata per il raduno annuale di Esserci) e monsignor Massimo Camisasca in un intervento davvero capace di centrare “il nocciolo della questione”.

Domenica si vota in alcune Regioni per le elezioni amministrative e in tutta Italia per il referendum sul taglio dei parlamentari. Della cosiddetta riforma bandiera del M5s abbiamo parlato con Giovanni Orsina e Pierluigi Battista, due dei pochi osservatori intellettualmente onesti di cose politiche. Di referendum, politica e ideologia forcaiola grillina parla a Tempi anche Roberto Formigoni. Quella con l’ex governatore lombardo è una grande panoramica sull’attualità italiana, a partire da un fatto emblematico: la sua assoluzione a Cremona in un processo fotocopia di quello per cui è stato condannato a Milano…

Tra poche settimane si vota anche negli Stati Uniti per il prossimo inquilino della Casa Bianca: Leone Grotti spiega perché, con il passare del tempo (e con il moltiplicarsi di danni e violenze delle rivolte antirazziste) la corsa a due tra Donald Trump e Joe Biden, che nell’estate del coronavirus sembrava avere un esito scontato a vantaggio del candidato democratico, sta diventando invece sempre più aperta. Focus anche sul dramma del Libano fallito economicamente e distrutto dalla strage di Beirut: tornerà mai a essere “la Svizzera del Medio Oriente”? Ne scrivono Rodolfo Casadei e Marco Invernizzi.

Da non perdere l’incredibile storia e i segreti dell’arte di Filippo Sorcinelli, lo stilista del Papa. Anzi, dei due Papi.

Tutto questo e molto altro nel nuovo numero di Tempi. In attesa che il mensile di settembre 2020 arrivi nelle loro case, gli abbonati a Tempi possono già scegliere se sfogliare la rivista in formato digitale nell’area riservata del sito, oppure accedere online ai singoli contenuti del mensile cliccando qui o consultando il sommario qui sotto.

I lettori non ancora abbonati, invece, farebbero bene ad abbonarsi subito (vai alla pagina degli abbonamenti).

Di seguito, la guida cliccabile ai contenuti del nuovo numero del mensile.

***

IL CORAGGIO DI EDUCARE

Editoriale

La tenacia di educare a un senso del vivere nella società del metadone
Emanuele Boffi
Come diceva Milton Friedman, «nessun pasto è gratis» e verrà il momento in cui dovremo saldare il conto. Quel che forse è ormai chiaro solo ad alcuni è che quel giorno è oggi

Quello che siamo

La religione oppio dei popoli e la pretesa di dettare noi le regole dell’esistenza
Giancarlo Cesana
Il saggio di Inglehart per Foreign Affairs sul declino della fede riassume le idee delle élite occidentali. Non si tratta dell’insorgenza di un ateismo militante, ma di un disimpegno da Dio

Primalinea

Libertà e potere. Intervista a Camillo Ruini
Emanuele Boffi
Cosa sono, che rapporto hanno con il cristianesimo, con la politica e l’antipolitica. La Chiesa, i laici e la necessità di prendersi qualche “rischio educativo”

Il molokano

Dopo aver letto Von Balthasar non si può non dire: «Io credo»
Renato Farina
Avevo letto Il Credo appena uscì. L’ho ripreso per attrazione misteriosa. È stato come un’immersione (battesimo) nella Trinità e nel suo dramma

Politica

Ramazza boomerang
Matteo Rigamonti
Con il taglio dei parlamentari, i grillini puntano a spazzare via la democrazia senza alcun reale beneficio. Parlano Battista e Orsina alla vigilia del referendum

Contro il populismo anticasta si voti “No”
Antonio Palmieri
Un taglio secco di deputati e senatori solo per tenere su il governo? Difendiamo la rappresentatività popolare e l’ideale della politica

L’intervista

Roberto Formigoni
Emanuele Boffi
Dopo l’assoluzione a Cremona l’ex governatore lombardo torna a parlare del suo caso, di Covid e Regione, di referendum sul taglio dei parlamentari, di attualità

Foglietto

Il governo fa decidere al Tar la politica sull’immigrazione
Alfredo Mantovano
Rivolgendosi ai giudici, l’esecutivo ha avuto la meglio sull’ordinanza della Sicilia contro gli sbarchi. A uscirne danneggiato è l’equilibrio costituzionale dei poteri

Il santino ambulante

Meglio i cattivi alla Trump che i buoni alla Banksy
Luigi Amicone
Oggi l’emotività è eretta a criterio di adesione (vedi le navi delle Ong e dei trafficanti di uomini dipinte di romanticismo). Ma neanche i bambini funzionano emotivamente

Esteri

L’incubo di “Sleepy Joe” Biden
Leone Grotti
Le violenze e i danni provocati dalle rivolte antirazziste erodono il vantaggio del candidato democrat su Trump. Un voto “scontato” sta tornando a essere in bilico

Ricostruire un Libano “neutrale”
Rodolfo Casadei
Il Covid e l’esplosione a Beirut hanno dato il colpo di grazia a un paese già in crisi. Il dramma può spingere l’Iran a ridimensionare la sua influenza e Hezbollah al disarmo

Quei cedri sono diventati croci
Marco Invernizzi
Per Wojtyla il Libano era l’esempio di come comunità religiose diverse potessero coesistere. Ma dal 1975 i cristiani vivono senza pace

Il personaggio

Per vestire un papa ci vuole umiltà
Caterina Giojelli
Filippo Sorcinelli, lo stilista che ha confezionato i paramenti sacri di Benedetto XVI e Francesco, svela il segreto per «realizzare qualcosa che sia segno della gloria di Dio»

Le nuove lettere di Berlicche

Fa’ che si parli molto di giovani, ma senza insegnare loro nulla
Berlicche
Di che cosa vogliamo accusare i ragazzi? Diamo loro il nulla e pretendiamo pure che seguano coscienziosamente le regole? (Quali regole poi? Mascherina sì o no?)

Il nocciolo della questione

Date un vaccino alla Grande Malata: la scuola
Massimo Camisasca
Asfissiata dalla burocrazia e messa in ginocchio dal virus, la scuola ha la grande occasione di ripartire, a patto che riscopra la sua vera funzione. La ricetta di monsignor Camisasca

«Accendere un computer non basta a fare scuola»
Caterina Giojelli
Rachele Furfaro, paladina della “comunità educante” a Napoli: «Il ministro venga nei Quartieri Spagnoli a vedere i danni della didattica a distanza. Altro che chiudere, bisogna aprire le scuole 24 ore su 24»

A scuola ha vinto Gramsci (purtroppo)
Egisto Mercati
Le idee del fondatore del Pci sull’”egemonia culturale” hanno impregnato la nostra educazione al punto da diventare pensiero comune. Da Galileo fino al gender

Cinema

Little Fires Everywhere. Un imprevisto è l’unica speranza
Simone Fortunato
Una miniserie molto ben scritta sulla pretesa di tenere sotto controllo ogni minimo dettaglio della vita. Le recensioni del numero di settembre 2020 di Tempi

Lettere al direttore

«Astuti come serpenti e puri come colombe». Vale anche per le battaglie pro life
Emanuele Boffi

Cartolina dal Paradiso

Campagne di preghiera perché l’entusiasmo della fede non venga meno
Pippo Corigliano

Sport über alles

Non sopporto i tifosi: non amano le loro squadre, odiano quelle degli altri
Fred Perri

Terra di nessuno

Il mio «porto sepolto»
Marina Corradi