Così i vescovi del Nicaragua hanno impedito un massacro

Ieri una delegazione di vescovi ha raggiunto Masaya, che il 18 giugno si è dichiarata “territorio libero dal dittatore”, convincendo l’esercito a non intraprendere l’azione armata già annunciata

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •