Azzolina la bella statuina

Non decide sui banchi, non decide sulla chiusura delle scuole. Che ci sta a fare al ministero?

Alunno di scuola isolato sul suo banco durante l'emergenza coronavirus

Tenere aperte le scuole si può

Diventano sempre più numerose le voci a favore di una riapertura degli istituti. Non ci si può arrendere alla didattica a distanza

Premium
Didattica a distanza durante l'emergenza coronavirus

«Accendere un computer non basta a fare scuola»

Rachele Furfaro, paladina della “comunità educante” a Napoli: «Il ministro venga nei Quartieri Spagnoli a vedere i danni della didattica a distanza. Altro che chiudere, bisogna aprire le scuole 24 ore su 24»

Conte

Conte ci considera suoi sudditi

Dall’economia alla scuola, questa maggioranza ha una sola ossessione: statalizzare tutto, persino il pensiero con il ddl Zan

Ci mancava la farsa del distanziamento in classe

Secondo consulenti e ministero il grande problema della ripartenza è lo spazio tra banchi e bocche. Ma qualunque tecnico sa che è una fantasiosa soluzione alla possibilità di contagio a scuola  

«La scuola non si merita i Cinquestelle e i loro banchi assurdi»

Tra un ministro assente e un commissario che punta “sulle ruote” viene approvata la mozione grillina che impone trasparenza e controlli (già previsti per legge) alle paritarie. «Ma che vi hanno fatto queste scuole?» chiede la senatrice Alessandra Gallone (Fi)