Sondaggi. Centrodestra in vantaggio sul centrosinistra. Primarie Pd: Renzi verso la vittoria

Pd primo partito, seguito da M5S e FI. Renzi, con il 52,2 per cento, è in vantaggio su Cuperlo e Civati nella corsa a segretario del Pd

Se si andasse a votare oggi il centrodestra vincerebbe le elezioni con il 35,9 per cento dei voti. È quanto evidenzia un nuovo sondaggio di Tecnè (rilevazioni del 4 dicembre), commissionato da TgCom24. Il centrosinistra rimane staccato di quasi cinque punti, ottenendo il 30,7 per cento delle intenzioni di voto degli italiani. In terza posizione il Movimento 5 Stelle, fermo sotto il 25 per cento.

CENTRODESTRA IN VANTAGGIO. Anche se il sondaggio è oggi più che mai relativo (non sappiamo né quando si andrà a votare, né con quale legge elettorale, né se centrodestra e centrosinistra si coalizzeranno), il report pubblicato conferma una tendenza registrata da mesi. Il centrodestra guadagna punti.

PD PRIMO PARTITO. Per quanto riguarda i partiti, primo in classifica risulta il Pd, al 26,8 per cento. Seguono i Cinque Stelle (23,8), Forza Italia al (22,8). Sotto il 10 per cento sono Nuovo Centrodestra (5,4), Sel (3,4), Lega Nord (3,3), Udc (3,0), Fratelli d’Italia (2,8). Chiude la classifica Scelta Civica (2,1).

PRIMARIE PD. Da domenica prossima il Pd dovrebbe essere guidato da Matteo Renzi. Nel sondaggio Tecnè, Renzi detiene la maggioranza assoluta delle intenzioni di voto per le primarie dell’8 dicembre con il 52,2 per cento. Lo inseguono Gianni Cuperlo (32,6) e Giuseppe Civati (10,1).

NCD FRA 5-7 PER CENTO. Il sondaggio Demopolis relativo al 4 dicembre conferma il primato della coalizione di centrodestra. Demopolis registra un vantaggio più marcato del Pd sugli altri partiti, attestandolo al 28 per cento, seguito da Movimento 5 Stelle (23) e Forza Italia (21,5). In questo sondaggio, Ncd si attesta al 7 per cento.