Finmeccanica, primo grande risultato della nostra giustizia: perse le commesse italiane in India

Ecco il primo grande risultato della giustizia italiana: perse le commesse italiane in India e sospesi i pagamenti di quelle realizzate. I lavoratori ringraziano

L’India sospende i pagamenti per gli elicotteri di Finmeccanica. È quanto si legge in una breaking news sul sito di Times of India. Sospesa anche la consegna dei mezzi rimanenti dopo le accuse di corruzione.

Il Governo indiano ha deciso infatti di sospendere i pagamenti ad Agusta Westland (gruppo Finmeccanica) per i 12 elicotteri AW101 acquistati per 556 milioni di euro, al centro dell’inchiesta della magistratura italiana per presunte tangenti legate alla commessa, che ha portato all’arresto del numero del gruppo Giuseppe Orsi. Orsi è accusato di corruzione internazionale in relazione all’indagine su una tangente da 51 milioni di dollari che sarebbe stata pagata nella vendita al governo indiano dei 12 elicotteri Augusta Westland. Insieme al presidente di Finmeccanica sono finiti in carcere due cittadini svizzeri, Guido Haschke e il suo socio Carlo Gerosa che intermediarono nell’affare.

In seguito alla notizia dello stop ai pagamenti da parte di New Delhi, il titolo Finmeccanica ha perso oltre il 5% ed è stato sospeso.