Inter – Novara: 0-1. Ranieri come Gasperini (e abbiamo detto tutto)

Non c’è pace per il popolo nerazzurro. Ennesima sconfitta tra le mura amiche. Le prime tre giornate dell’andata Gasperini aveva raccolto due sconfitte e un pareggio, più la sconfitta in Champions contro i turchi del Trabzonspor. Ranieri, che in coppa deve ancora giocare, nelle prime 4 di ritorno ha ottenuto gli stessi risultati.

Inter – Novara: 0-1. Si è chiuso un cerchio. Esattamente mezzo campionato dopo l’Inter si ritrova nella stessa situazione di qualche mese fa: la classifica è sicuramente migliorata, ma oggi la situazione fisica e morale è sicurament peggiore. Le prime tre giornate dell’andata Gasperini aveva raccolto due sconfitte e un pareggio, più la sconfitta in Champions contro i turchi del Trabzonspor. Ranieri, che in coppa deve ancora giocare, nelle prime 4 di ritorno ha ottenuto gli stessi risultati: 3 sconfitte e un pareggio. Gasperini è stato allontanato. Ranieri? Per il momento ha la fiducia di società e squadra.Ieri pomeriggio, nel fredo di San Siro, il Novara ultimo in classifica ha avuto la meglio sui nerazzurri. Doveva essere la partita della svolta per l’Inter, invece lo è stato per il Novara che si è difeso con le unghie e con i denti e al primo tiro in porta l’ha messa dentro. Caracciolo, alla prima palla buona, si è bevuto Cordoba e da fuori area ha fatto partire un tiro che ha superato Julio Cesar. 
Ranieri ha provato a recuperare fino alla fine: il secondo tempo la formazione era schierata con un 4-2-4, davanti Milito-Pazzini coppia centrale, Forlan largo a destra (non ha azzeccato un cross né un tiro in porta né un dribling) e Sneijder largo a sinistra. È stato proprio l’olandese l’ultimo ad arrendersi, uno dei suoi tiri si è fermato sulla traversa. Poi ci ha pensato Ujkani a salvare il risultato all’ultimo secondo neutralizzando un tiro sotto porta di Pazzini.
Mondonico torna così a vincere nella massima serie, la corsa del Novara per la salvezza è appena cominciata.

Sintesi della partita