Primarie repubblicane, Iowa: vince Romney su Santorum per otto voti

Alla fine ha vinto Romney, 30.015 voti contro i 30.007 di Santorum, ma il vero trionfatore in Iowa è stato proprio quest’ultimo, ex senatore cattolico, dato per svantaggiato, poi per terzo e infine arrivato secondo di un soffio. Prossimo appuntamento, il 10 gennaio nel New Hampshire

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

È stato un testa a testa interminabile. Alla fine i caucus del partito repubblicano in Iowa hanno decretato la vittoria del favorito Mitt Romney, che però ha preceduto di soli otto voti Rick Santorum, la vera rivelazione della serata. È quest’ultimo il vincitore morale delle votazioni tenutesi nel piccolo Stato del Midwest. Votazioni con cui si è aperta ufficialmente la campagna elettorale per le presidenziali americane. Il prossimo appuntamento è ora per le primarie del New Hampshire il 10 gennaio.


L’ex governatore del Massachussets Romney ha conquistato 30.015 voti contro i 30.007 dell’ex senatore della Pennsylvania Santorum. In terza posizione si è piazzato con poco più del 21% dei voti Ron Paul, dato all’inizio come il principale avversario di Romney. L’indicazione che arriva dal voto dell’Iowa è comunque quella di una corsa in casa repubblicana oramai a tre, salvo sorprese dell’ultim’ora. Deludente, infatti il risultato degli altri candidati: dall’ex speaker della Camera Newt Gingrich, che ha raccolto poco più del 13% dei voti, all’ex governatore del Texas Rick Perry, che è andato poco sopra il 10% e che – stando alle sue parole – sembrerebbe meditare il ritiro dalla corsa alla Casa Bianca.

Ultima la leader dei Tea Party Michelle Bachmann, che ha raccolto solo il 5% dei consensi ma che – nonostante tutto – continua ad esprimere grande sicurezza: «Nel 2012 alla Casa Bianca ci sarà un’altra Michelle».

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •