Google+

Il Real Madrid non vuole «offendere i clienti musulmani» ed elimina dal suo logo del 1920 la croce cristiana

novembre 28, 2014 Redazione

La croce per ora è stata tolta solo dal logo che compare su una nuova carta di credito realizzata in partnership con la National Bank di Abu Dhabi

real-madrid-croce-spagna-islam-emirati-arabi-uniti

Più dell’identità poté il denaro. È quello che si potrebbe dire dell’accordo di tre anni firmato a settembre dalla squadra di calcio spagnola Real Madrid e la National Bank di Abu Dhabi, il più importante istituto di credito degli Emirati Arabi Uniti. Come riportato da Marca, uno dei pezzi forti dell’accordo è la creazione di una nuova carta di credito con il famosissimo logo del Real Madrid. Ma ora che sono uscite le prime immagini del nuovo prodotto, il quotidiano sportivo spagnolo ha notato una piccola differenza: nel logo è stata eliminata la croce cristiana.

logo-real-madrid-croce-islamVIA LA CROCE. La croce è posta al di sopra della corona dal 1920 ma è stata eliminata per «evitare di offendere o mettere a disagio i clienti musulmani». Come affermato dal presidente del club spagnolo, Florentino Pérez, «so che la popolazione locale vive ogni partita in modo speciale e che il nostro legame con gli Emirati è sempre più forte. Questo accordo aiuterà il club a continuare nella missione di conquistare i cuori dei suoi tifosi negli Emirati Arabi Uniti».
La conquista però ha un prezzo e il Real Madrid ha dovuto rimuovere la croce. Il cambiamento, per ora, sembra riguardare solo la carta di credito. Sul sito del club, infatti, il logo è rimasto invariato, versione araba inclusa. Anche sulle magliette il logo non è stato cambiato, sperando che non sia solo questione di tempo.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

18 Commenti

  1. Leo Aletti says:

    Elimina così i cristiani senza rispettare i nusulmani.

    • Raider says:

      Cioè, scusi? I musulmani si incavolano anche quando, per compiacerli, ci vanno di mezzo gli altri? Bisogna chiedergli il permesso in modo da sapere se sono tutti d’accordo e non hanno nulla in contrario a che un favore così speciale gli sia fatto? Alla faccia della tolleranza (la loro, se la cosa gli fa piacere; la nostra, se non li offende) e degli sponsor!
      E perché, offendere per non offendere, continua a chiamarsi Real, con tutti i repubblicani che tifano per questi miserabili? E con gli islamici che chiedono che l’Andalusia venga riconosciuta come terra islamica sottrattagli con la forza delle armi da quei barbari spagnoli con la Reconquista, che faranno?
      Spagna, adiòs!

  2. Livio says:

    vomitevoli e letteralmente venduti al denaro.

  3. Giancarlo says:

    I Musulmani odiano la croce perchè per loro Gesù non è morto sulla croce ma se Dio che chiamano nella loro,lingua ha voluto che sperimentasse su di sè anche la morte dello schiavo non lo possono giudicare

  4. Filippo81 says:

    Purtroppo è da diversi mesi che la Croce è stata rimossa , ipocritamente ,dal logo del Real, FORZA ATLETICO !

  5. Sebastiano says:

    A quando l’inserimento di un logo tipo burqa? Non sia mai che i nuovi padroni si offendano…
    buffoni.

  6. Giancarlo says:

    I Musulmani sono tenuti al accettare alla croce o se ne vadano dal calcio e ritornano da dove sono venuti

    • yoyo says:

      Per loro comprare squadre di calcio è ostentare potere e schiavetti infedeli. Per questo non mi piace come gli arabi guardano i giocatori quando sono in campo.

  7. Enrico says:

    Bell’esempio di come rinnegare la propria storia.
    Meriterebbe di giocare con sulle maglie lo sponsor BARILLA
    Povero real

  8. Markus says:

    Il Papà ha appena ricordato a Strasburgo le radici cristiane dell’Europa ed ecco la risposta di certi Europei. Rinnegare tutto questo anche nelle cose piu semplici. Poveri Europei . Continuiamo a svenderci ai ricchi arabi , gli stessi che finanziano il Califfo sanguinario ed i suoi tagli agile dell’Isis , in modo passivo e remissivo . Oramai il nostro destino e’ già stato scritto da Oriana Fallaci. La democrazia applicata male sarà la causa della fine della nostra civiltà . Markus

  9. stefano piccinini says:

    Due fatti negativi: la scelta pusillanime della società e la mancanza di rispetto delle nostre tradizioni da parte degli islamici; se poi ci aggiungiamo il discorso di erdogan davanti al papa che teme la crescente islamofobia quando nel mondo gli islamici massacrano nel mondo i cristiani il quadro e completo.

    • yoyo says:

      Il Papa gli ha infatti risposto che si aspetta da lui la parità di diritti tra islam, ebraismo e cristianesimo, come in Turchia tuttora non è.

  10. Hajduc says:

    Ribellatevi, non svendete i vostri simboli per il denaro! Si comincia con una minuscola croce ma dove si finisce poi? Questo calcio è sempre meno sport e sempre più business e solo il danaro conta. Già il Manchester united, il paris saint Germain e ora pure il real? Ma tanto ai tifosi interessa solo vincere le partite e per vincerle ci vogliono le star milionarie e quindi i petrodollari. Ormai che identità avranno queste “multinazionali del calcio” con calciatori e allenatori che girano tutte le squadre, magari naturalizzati dall’Africa o dal Brasile? Un anno all’Inter poi arsenal poi Bayer! E poi il derby sarà Qatar/Dubay altro che barca/real!
    Non seguo più il calcio, mi interessa solo la Nazionale il resto no

  11. Silvio says:

    C’è poco da dire: vergogna!
    Ormai ci si vende per un piatto di lenticchie e presto l’Islam pretenderà il rispetto della sharia in Occidente con buona pace dei nostri “libertari”. Già oggi, ci dicono, questo accade in Inghilterra, dove il diritto islamico è tollerato, se non riconosciuto.

  12. Diego says:

    Il bello è che il 90% inserisce nel “ormai svendono i propri simboli per denato”, tutto e da sempe gira intorno al denaro! Tutte le religioni, tutti i governi, tutte le guerre….ma in che mondo vivete? Fatevi un ripassino di storia!

    • Raider says:

      Grazie per il consiglio, inutile oltre che non richiesto, ma, forse, il consiglio in ogni senso gratuito era un modo per offendere senza pagare dazio, mentre la svendita dell’identità perfino calcistica, oltre al resto e a cominciare dallo sport, con sponsor così esosi, è qualcosa di più serio di una pallonata fuori dello specchio di porta.
      Se, insomma, ci si vuol far sapere che, siccome tutto “gira intorno al denaro”, è giusto disfarsi di ciò che dovrebbe essere sacro, lo si dica apertamente, in onore al dio denaro e alla sacralità dell’oro, senza girare intorno alle conoscenze storiche altrui.

    • Riccardo says:

      Diego, tu giri solo intorno al denaro?

  13. angelo41 says:

    Meno male che il Milan ha rispolverato la croce ambrosiana e la ostenta sulle maglie.

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

Piegano come una moto (a volte pure di più) ma offrono più sicurezza e abitabilità. Con un buon "allestimento" possono essere una valida alternativa all'auto offrendo velocità e agilità da scooter e protezione (anche dei vestiti) da auto. Sono i mezzi a tre ruote, sia scooter sia moto, con sistema di basculamento. Quasi tutti scooter hanno però una guest star. Ecco quali sono e come vanno.

L'articolo Moto e scooter, quando due ruote non bastano. Ecco i migliori tre ruote proviene da RED Live.

I prezzi partono da 24.650 euro, quattro gli allestimenti disponibili

L'articolo Peugeot 2008, arriva il 1.5 BlueHDi con cambio automatico proviene da RED Live.

Per chi vuole qualcosa in più della solita Sport Utility, con l'accento sulla sportività. Farà il suo debutto ufficiale al Salone di Parigi, in ottobre

L'articolo Skoda Karoq Sportline, la SUV che va di fretta proviene da RED Live.

Al debutto l'EAT6 con il BlueHDi da 120 cv, già in regola con la normativa Euro 6.2.

L'articolo Citroën C3 Aircross, il cambio automatico arriva anche sulla Diesel proviene da RED Live.

L’originale tre ruote Piaggio compie 70 anni e li festeggia con un grande raduno a Salsomaggiore Terme. Le iscrizioni sono aperte

L'articolo Euro Ape 2018, dal 21 al 23 settembre 2018. Info e iscrizioni proviene da RED Live.