Guadagni record per Volkswagen, ma il mercato dell’auto europeo è ancora in crisi

Volkswagen dovrebbe ufficializzare utili per 22 miliardi di euro nel 2012. In Europa, le immatricolazioni di gennaio sono scese dell’8,7 per cento rispetto allo stesso periodo del 2012.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Volkswagen si supera. Dopo aver fatto registrare un utile netto di 16 miliardi nel 2011, secondo Frankfurter Allgemeine nel 2012 ha raggiunto i 22 miliardi di euro. Il condizionale è d’obbligo perché i valori ufficiali dalla casa automobilistica arriveranno domani pomeriggio a seguito della convocazione del Consiglio di sorveglianza. Nel gruppo che produce la storica Golf sono presenti marchi del calibro di Audi, Porsche, Bentley, Lamborghini e Skoda, meno affascinante ma prezioso in termini di risultati.

VOLKSWAGEN BENE, EUROPA MALE. Se Volkswagen non sembra conoscere crisi, lo stesso non si può dire del mercato dell’auto europeo, dal momento che le immatricolazioni di gennaio sono scese dell’8,7 per cento rispetto allo stesso periodo del 2012. Il dato più interessante riguarda il mercato tedesco, che ha registrato un calo di immatricolazioni dell’8,6 per cento. Volkswagen ha perso quote di mercato (-12,1 per cento) ma ha chiuso l’anno con un -5,2 per cento grazie al traino di Skoda che ha aumentato le vendite del 6 per cento. La vera forza della casa tedesca non sta infatti in Europa, ma risiede in Cina, negli Stati Uniti e nei paesi che hanno un Pil con segno positivo.

FIAT. Fiat Industrial, che racchiude aziende come Iveco e i trattori New Hollande, ha da poche ore reso pubblici i dati consolidati del 2012: i valori reddituali sono sopra lo zero, l’utile netto di 921 milioni di euro.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •