Ecco le prime conseguenze della “rieducazione” in casa Barilla: ingaggiato il leader mondiale Lgbt e incontro con Boldrini

David Mixner, che farà parte del Board sulla diversità e l’inclusione di Barilla, ha commentato: «Sono lieto che Barilla abbia ricercato guida e consulenza all’esterno»

barilla-scuseGuido Barilla era stato costretto a scusarsi per le frasi pronunciate alla Zanzara sui gay e gli spot della sua azienda, considerate “omofobe” dalle comunità Lgbt, e aveva affermato che «sul dibattito riguardante l’evoluzione della famiglia ho molto da imparare». A due mesi di distanza, la “rieducazione” dà i suoi primi frutti. Oggi Barilla ha incontrato la presidente della Camera Laura Boldrini, con cui era stato molto acceso lo scontro al tempo delle “scandalose” dichiarazioni. Boldrini, infatti, aveva stigmatizzato gli spot Barilla e la risposta non si era fatta attendere: «Parla di pubblicità senza averne le competenze», aveva detto l’imprenditore. Ma è passata acqua sotto i ponti e oggi Guido Barilla è stato anche da lei, tappa fondamentale nel cammino della sua “rieducazione”.

DIVERSITÀ E INCLUSIONE. Con un comunicato, il Gruppo Barilla annuncia due iniziative su “diversità, inclusione e responsabilità sociale”. È stato innanzitutto istituito un “Diversity & Inclusion Board” guidato da esperti indipendenti che aiuteranno Barilla su «obiettivi e strategie per migliorare lo stato di diversità e uguaglianza tra il personale e nella cultura aziendale in merito a orientamento sessuale, parità tra i sessi, diritti dei disabili e questioni multiculturali e intergenerazionali».

LEADER MONDIALE LGBT. Nel Board, tra gli altri, ci saranno David Mixner, leader mondiale Lgbt, e Alex Zanardi. Mixner ha commentato: «Sono lieto che Barilla abbia ricercato guida e consulenza all’esterno su questi temi fondamentali e sono onorato di essere stato coinvolto. Sono rimasto colpito dalla volontà del presidente e dell’azienda di ascoltare e imparare dai leader della comunità Lgbt e di lavorare per migliorare diversità, inclusione e uguaglianza».

CONCORSO VIDEO. Il Gruppo Barilla ha anche organizzato un concorso «finalizzato a coinvolgere le persone sui temi di diversità e uguaglianza». Come? «I partecipanti verranno invitati a creare brevi video che rappresentino le diverse sfaccettature della pasta sulla diversità che saranno presentati alla comunità web che potrà esprimere il proprio apprezzamento, potrà condividerli e votarli».