Google+

Presa Mosul, il califfato islamico dell’Isil va dall’Iraq alla Siria

giugno 11, 2014 Leone Grotti

Una mappa mostra come le terre in mano all’Isil si estendano per 500 chilometri senza soluzione di continuità. Una seconda cartina evidenzia come il pericolo jihadista nel mondo sia ancora più diffuso

iraq-siria-isil-terrorismo-mappa

Lo Stato islamico dell’Iraq e del Levante (Isil) ha conquistato Mosul, la seconda città più grande dell’Iraq. In questo modo è riuscito a prendere possesso di un vastissimo territorio lungo come minimo 500 chilometri, come mostra la cartina soprastante del New York Times, indicando in rosso le città in mano all’Isil e in giallo le presunte tali.
Le terre in mano ai terroristi vanno ora dall’Iraq alla Siria settentrionale senza soluzione di continuità, le frontiere sono abbattute e gli islamisti si avvicinano a realizzare quello Stato che, come indica il loro nome, comprende Iraq, Siria e molti altri territori. Se sono riusciti ad avanzare tanto è anche per colpa di Barack Obama che, come dichiarato dal politico Ian Bremmer al Corriere della Sera, «è particolarmente riluttante e incapace di impegnarsi» in un’azione di contrasto.

Esteri_Califfato_Info01

Ma l’Isil è solo l’ultimo prodotto dello jihadismo mondiale. Come mostra questa cartina realizzata da Rodolfo Casadei per Tempi, esiste un’internazionale jihadista che opera in aree sempre più grandi del globo per instaurare il califfato universale. Non parliamo solo di Al Qaeda, ma anche dei suoi affiliati diretti come Aqmi (che opera in Algeria, Marocco, Libia, Ciad, Mauritania, Niger, Mali e Nigeria), Al Shabaab (Somalia, Kenya, Yemen), Jihad islamico egiziano (Egitto e Afghanistan), Jabhat Al Nusra (Siria) e Al Qaeda nella Penisola arabica (Arabia Saudita e Yemen).

La galassia islamista è però molto ampia di questi gruppi ed è formata da milizie jihadiste che, pur non affiliati direttamente ad Al Qaeda, combattono la guerra santa per gli stessi ideali. Si tratta di Al Murabitum (Algeria, Mali, Niger, Mauritania, Libia, Egitto), Ansar Dine (Mali), Boko Haram (Nigeria), Majles Shoura Al Mujahideen (Gaza), Fatah Al Islam (Libano, Siria), Emirato del Caucaso (Russia), Talebani (Afghanistan, Pakistan), Movimento islamico dell’Uzbekistan (Pakistan, Cina), Unione del jihad islamico (Pakistan), Lashkar e Taiba (Pakistan, India), Jaish e Mohammed (Pakistan, India), Jemaah Islamiyah (Indonesia, Malaysia) e Abu Sayyaf (Filippine).

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

9 Commenti

  1. mike scrive:

    bellocchi e mulinacci avete ragione.

    di questo passo vinceranno loro. e hanno già vinto per due ragioni: sono entrati e prolificati da noi e continuano a farlo, e pochi hanno il coraggio di dire che dietro tutto c’è il potere laico occidentale. Obama non è riluttante ed incapace, è che non vuole poiché i casini arabi li ha voluti lui anzi chi è dietro di lui. e in molte cose che avvengono nel mondo ci rimettono i cristiani. già questo dovrebbe essere sufficiente.
    poi magari il cattivo è assad e non i ribelli siriani. e si è parlato di intervento in siria, e tanto ci andranno, se i ribelli non vincono dato che comunque per ora assad tiene e guarda caso è antipatico. e poi in nigeria i ribelli/terroristi nigeriani fanno un macello, sono in pratica più forti dello stato. ma in nigeria non si vuole intervenire. beh certo là i cristiani muoiono più facilmente, non c’è un assad che comunque tiene un minimo di ordine di fronte a dei barbari.

    • vivian scrive:

      ricordate è scritto nell’apocalisse che questo deve durare fino a che il numero di coloro che dovranno morire non sarà compiuto , per ora sembrano avere i musulmanila meglio ma è scritto che nel momento in cui sembrerà così ecco che tutto cambia , c’è scritto che avranno un potere brevissimo i seguaci del falso profeta … vedete come in fretta è crollato l’impero ottomano e con l’immagine che le persone hanno dell’islam che èè disgustoso credi che lo seguiranno ? il loro potere è scritto che non durerà più di tre anni e mezzo ricordi la famosa frase un tempo due tempi ecc,.. ? sdi riferiva a questo dopodichè apparirà cristo con i suoi angeli e guiderà l’eserito dei testimoni del vangelo contro i seguaci del falso profeta e li vincerà e con un soffio distruggerà il falso profeta e la bestia è scritto nell’apocalisse palesemente possibile che nessuno capisce che noi cristiani siamo i testimoni del vangelo guidati da cristo il falso profeta è maometto la bestia è l’islam e l’ateismo del nuovo ordine mondiale e i seguaci del falso profeta sono i musulmani?

      • mike scrive:

        interessante. mi permetto di aggiungere qualcosa: la bestia che sale dal mare (Ap 13, 1 e ss.) è l’UE. la bestia che sale dalla terra (Ap 13, 11 e ss.) sono gli USA. l’islam è anche esso da collegare alla prima bestia poiché esso è il drago di cui si parla nel cap. 12 dell’apocalisse, drago con 10 corna e 7 teste come la bestia che sale dal mare. storicamente l’islam ha circondato il cristianesimo impedendone l’espansione fino alle scoperte geografiche. e stava sempre lì dall’altra parte del mediterraneo (conquiste in europa a parte). non a caso “e si appostò sulla spiaggia del mare” (Ap 12, 18).
        sulla bestia che sale dal mare credo che si indichi l’olanda che è sotto il livello del mare e quindi è paragonabile al mare. inoltre altrove nella bibbia si parla della bestia che sale dall’abisso. per abisso possiamo intendere gli inferi. i quali erano considerati sottoterra ossia in basso. ora l’olanda è sotto il livello del mare ossia in basso. poi gli inferi erano chiamati dagli ebrei Sheol, nome simile alla zelanda una regione olandese. credo insomma che se c’è un posto dove l’ateismo o il paganesimo hanno un centro mondiale sia l’olanda. che assieme al belgio, guarda caso, è stata apripista su cose come droghe libere prostituzione legale nozze gay eutanasia.

    • vivian scrive:

      ma scusa cosa ha sotto i piedi la donna vestita di sole ? La luna , la luna è sotto i suoi piedi come il serpente è sotto i suoi piedi , la luna rappresenta la caducità del male di fronte allo splendore della chiesa e di maria , ma c’è anche una religione che guarda caso ha come simbolo la luna … riflettete perchè una religione con un profeta dubbio prende come simbolo la luna , che nella bibbia è chiaramente simbolo dell’oscurità del male e come tale posta sotto i piedi della donna come il serpente ? Cristiani fatevi illuminare dallo spirito santo e riflettete state saldi e non andate nel panico tutto andrà bene bisogna solo confidare in Dio , nostro Signore gesù cristo ci ha promesso la vittoria dopo la GRANDE TRIBOLAZIONE mi stupisce che non abbiate capito i segni e quello che sta succedendo è proprio la grande tribolazione

      • mike scrive:

        ma chi sei? sei incredibile. fai notazioni acute. ti do altri imput. la luna è anche parte del simbolo composito del jainismo. nel simbolo compare pure la svastica. e pure 3 puntini. in alto c’è un puntino. a livello geografico sai che è? l’irlanda l’inghilterra e le 3 isole di fronte alla zelanda olandese e il dividersi del reno in 4 corsi arrivando a quelle 3 isole. io sarò fissato col jainismo e con l’olanda ma credo di avere qualche ragione. poi la germania, che da secoli dà le case reali all’europa e non sempre sono pro cristianesimo. il fiume reno sfocia nella zelanda ma nasce e scorre al 90% in germania. la forma del suo corso è identica alla costellazione del dragone. e qui a che penso? al dragone antico, che nell’aldilà è il diavolo e qui in terra ovviamente chi per primi lo hanno seguito. non credo di azzardare se dico che geograficamente le forze del male hanno il loro centro in olanda/germania e comunque in europa (leggi soprattutto isole britanniche).
        sul jainismo leggi e non farti ingannare dal fatto che parla della non violenza. ha molte tematiche moderne care al laicismo. tipo il nudismo (cfr i digambara).

        • vivian scrive:

          http://www.osservatorio-sicilia.it/2014/06/13/iraq-e-pakistan-libia-e-siria-in-fiamme-gli-usa-soffiano-sul-fuoco-dell%E2%80%99integralismo-islamico/ salve mike in questo link c’è un rifermento alla bestia apocalittica in particolare alla bestia che era stata ferita ma si riprende … vediamo se comprendi a cosa mi riferisco sicuramente lo farai :) c’è una frase in particolare

          • mike scrive:

            forse ti riferisci al dare respiro all’islam integralista. può essere, anche se nell’apocalisse è una delle teste che è stata ferita a morte ma poi si riprende e su questo valutavo l’idea che si tratti della germania divisa poi riunificata. solo che le altre 6 teste non saprei dire quali siano. forse bel ola fra ingh lussemburgo ita. boh. di certo l’integralismo islamico è un grave pericolo per i cristiani. e di certo l’origine di tutto è in europa. basta notare come molti paesi arabi o comunisti hanno nella loro bandiera la mezzaluna, cioè l’inghilterra che come detto in un commento sopra c’entra con le cosiddette forze del male. ma in generale tutta l’europa c’entra. non a caso vi hanno fatto entrare tutti quei musulmani. per me è che prima di cristo la cultura celtica in fondo era assimilabile alla odierna cultura musulmana. le testimonianze degli scrittori latini sono esemplari per quanto ho letto poco. è questo che vogliono, tornare alle loro usanze pagane. facendo entrare e prolificare gente che ha una cultura affine se non identica e facendo collassare demograficamente gli europei in quanto comunque potenziali cattolici.
            è l’europa che ha sempre dominato il mondo, e il cristianesimo si è insediato in europa perché ha voluto colpire la testa del potere pagano mondiale. è questo il tenere incatenata la bestia per 1000 anni che sono il periodo 476-1492. tra l’altro la grande apostasia citata da san paolo fu la riforma protestante. una prova dell’europa caput mundi è il simbolo dell’induismo che è una raffigurazione dell’europa. con le due isole britanniche in evidenza.
            alla prossima.

            • vivian scrive:

              ma le due teste potrebbero essere le due anime dell’islam non ci hai pensato ? che poi dietro c’è tutto il potere temporale massonico , dunque un progetto di distruzione del cristianesimo in europa è scontato e tutti lo sappiamo … il punto è che la bestia in questione ha due teste e dal momento che ogni simbolo nella bibbia è sempre ambivalente oltre a riferirsi alle due anime dell’islam si riferisce anche a le due bestie che combattono Cristo e i suoi testimoni ossia appunto l’islam e il paganesimo ateo massonico con tutte le correnti pseudoreligiose … se consideri una bestia sale dalla terra ossia la nostra bestia quella a cui tu fai riferimento , l’altra sale dal mare col falso profeta … e ha due teste …

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

La fortwo, l’utilitaria più corta sul mercato – è lunga solo 2,69 m – si aggiorna. La novità principale è rappresentata dalla disponibilità di serie, sin dall’allestimento entry level youngster, della frenata automatica d’emergenza e dei fendinebbia. Un upgrade in materia di sicurezza tutt’altro che marginale, esteso anche alla versione a quattro posti forfour. Tessuto […]

L'articolo smart fortwo e forfour 2018: danno di più proviene da RED Live.

Vi piace pedalare in collina? Se volete farlo in compagnia di migliaia di altri ciclisti, e con la possibilità di mettere alla prova il vostro spirito agonistico, l’occasione giusta è la 5° edizione della Granfondo Scott, in programma il 3 settembre 2017 con partenza e arrivo a Piacenza Expo. La manifestazione propone due percorsi, caratterizzati […]

L'articolo Granfondo Scott, al via il 3 settembre proviene da RED Live.

C’è qualcosa che non torna… Non dovevi cambiare radicalmente? Non dovevi votarti alla collocazione centrale del motore? Ah, manca ancora un anno? Questo, allora, significa che sei l’ultima versione della Corvette “tradizionale”. Il canto del cigno di una delle muscle car più apprezzate al mondo che, per festeggiare i 65 anni di carriera, debutta nella […]

L'articolo Chevrolet Corvette MY18: l’ultima volta proviene da RED Live.

“All for freedom, freedom for all”. È il nuovo motto di Harley-Davidson che intende sedurre anche chi non è (ancora) un motociclista

L'articolo Harley-Davidson, nuovo slogan proviene da RED Live.

Nel bel mezzo di Agosto, la Casa di Iwata lancia un criptico video teaser che anticipa quanto verrà svelato il 6 settembre alle 17:00: la Yamaha T7

L'articolo Yamaha T7, il video teaser proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana