Google+

Spagna, Podemos vuole cancellare la messa in tv. Share record

marzo 14, 2017 Redazione

Da quando il leader Iglesias ha fatto la proposta in Parlamento, i telespettatori della funzione domenicale sono aumentati a dismisura

Pablo Iglesias, leader di Podemos, ormai terzo partito in Spagna, è un fiero anticlericale ma i cattolici dovrebbero ringraziarlo. Da quando il 20 febbraio scorso ha proposto ufficialmente in Parlamento di depennare la messa domenicale dal palinsesto della televisione di Stato, si è registrata una vera e propria corsa davanti al teleschermo per assistere alla celebrazione eucaristica come fosse la finale di Champions League.

EL DIA DEL SENOR. Iglesias dice di «difendere la libertà religiosa», ma afferma anche che «in un paese aconfessionale e laico, secondo le sentenze del Tribunale costituzionale, forse la televisione pubblica non è lo spazio più sensato per realizzare riti religiosi di qualsiasi genere». Peccato che la trasmissione della messa sia prevista esplicitamente dagli accordi tra Stato e Chiesa, e avvenga di conseguenza ogni domenica nell’ambito del programma El Dia del Senor.

RECORD DI SPETTATORI. Attualmente le celebrazioni sono trasmesse su La2, canale di stampo generalista ma più culturale (simile a Rai3), caratterizzato dall’audience bassissima. La messa domenicale era uno dei programmi più seguiti, ma non aveva mai fatto registrare indici di ascolto sconvolgenti. Dopo la polemica di Iglesias, invece, riporta Repubblica, la funzione di settimana scorsa è stata seguita da un numero record di spettatori: 1 milione e 217 mila, pari al 21,3 per cento di share, il triplo rispetto alla media di ascolti di La2.

ADELANTE PODEMOS. Il sacerdote del seminario San Jeronimo de Alba de Tormes, che officiava la celebrazione ripresa dalle telecamere della tv di Stato, non si sarebbe mai potuto immaginare un successo del genere. Neanche Iglesias, che non aveva previsto l’effetto boomerang della sua proposta. La Chiesa cattolica non ha battuto ciglio: se gli effetti del laicismo scemo di Iglesias sono questi, adelante Podemos.

Foto Ansa

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

1 Commenti

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

Piegano come una moto (a volte pure di più) ma offrono più sicurezza e abitabilità. Con un buon "allestimento" possono essere una valida alternativa all'auto offrendo velocità e agilità da scooter e protezione (anche dei vestiti) da auto. Sono i mezzi a tre ruote, sia scooter sia moto, con sistema di basculamento. Quasi tutti scooter hanno però una guest star. Ecco quali sono e come vanno.

L'articolo Moto e scooter, quando due ruote non bastano. Ecco i migliori tre ruote proviene da RED Live.

I prezzi partono da 24.650 euro, quattro gli allestimenti disponibili

L'articolo Peugeot 2008, arriva il 1.5 BlueHDi con cambio automatico proviene da RED Live.

Per chi vuole qualcosa in più della solita Sport Utility, con l'accento sulla sportività. Farà il suo debutto ufficiale al Salone di Parigi, in ottobre

L'articolo Skoda Karoq Sportline, la SUV che va di fretta proviene da RED Live.

Al debutto l'EAT6 con il BlueHDi da 120 cv, già in regola con la normativa Euro 6.2.

L'articolo Citroën C3 Aircross, il cambio automatico arriva anche sulla Diesel proviene da RED Live.

L’originale tre ruote Piaggio compie 70 anni e li festeggia con un grande raduno a Salsomaggiore Terme. Le iscrizioni sono aperte

L'articolo Euro Ape 2018, dal 21 al 23 settembre 2018. Info e iscrizioni proviene da RED Live.