Sondaggio: centrodestra in vantaggio. Forza Italia guadagna consensi dopo decadenza Berlusconi

Il partito di Berlusconi guadagna 3 punti e arriva al 20,6 per cento. Calo Ncd, Pd e M5S. Per il 67 per cento degli italiani, il Cavaliere rimarrà in politica

Il centrodestra supera il centrosinistra. Dalla trasmissione Agorà su Rai3 arriva un’altra conferma sul vantaggio della scelta, almeno da un punto di vista elettorale, della scissione tra Forza Italia e Nuovo Centrodestra (certo, poi è tutto da vedere se la frattura sarà risanata). Secondo i calcoli di un sondaggio di Ixè, la coalizione di centrodestra (Forza Italia, Nuovo Centrodestra, Fratelli d’Italia, Lega Nord) sarebbe al 35,4 per cento davanti a quella di centrosinistra (Pd-Sel), ferma al 30,3 per cento.

DECADENZA RAFFORZA FI. Forza Italia avrebbe guadagnato il 3,3 tre per cento in una settimana, passando dal 17,3 per cento di sette giorni fa al 20,6 per cento di ieri. Secondo il sondaggio Ixè, la decadenza di Silvio Berlusconi da senatore invece di fermare l’avanzata di Forza Italia l’avrebbe favorita. Le intenzioni di voto per il Nuovo Centrodestra, invece, calano, anche se di poco. Il partito guidato da Angelino Alfano è passato dal 6,2 per cento al 5,2 per cento. Anche i primi due partiti, Partito Democratico e Movimento 5 Stelle sono in flessione: i democratici passano dal 27,3 per cento al 26,7 e i grillini scendono dal 25 al 24,5 per cento. Lega Nord  (3,7 per cento), Sel (3,6), Fratelli d’Italia (2,3), Scelta Civica (2,2) chiudono la classifica di Ixè.

BERLUSCONI ANCORA IN POLITICA. La forte crescita di Forza Italia conferma anche un altro dato: che gli elettori credono alla continuazione della carriera politica di Berlusconi. Infatti, secondo il 67 per cento degli italiani, il Cavaliere rimarrà infatti in politica. Questa opinione è condivisa dal 91 per cento di chi ha dichiarato di voler votare Forza Italia e dall’86 per cento dei potenziali elettori del Nuovo Centrodestra.