Google+

Meeting. La famiglia è «l’antidoto all’individualismo radicale»

agosto 27, 2015 Leone Grotti

Presente in sala anche una rappresentanza dell’Arcigay, cercatissima dalle telecamere di Repubblica (al contrario dei relatori dell’incontro)

meeting-incontro-famiglia

Rimini. Il Meeting ha deciso di evitare il fondamentale dibattito (e le inutili polemiche) su matrimonio gay e unioni civili, dedicando l’incontro conclusivo della XXXVI edizione alla famiglia. Così facendo, ha deluso la rappresentanza dell’arcigay riminese, arrivati in Fiera per cogliere in fallo “i ciellini” e cercatissimi dalle telecamere di Repubblica, che non hanno fatto altro che filmarli per tutta la durata dell’incontro ignorando i relatori, così come avevano ignorato durante la settimana le 800 mila presenze che si sono aggirate tra i padiglioni.

arcigay-meeting-rimini«FAMIGLIA IN CRISI». «Oggi la famiglia è in crisi» e su questo concordano i tre relatori che hanno partecipato all’incontro. Secondo il professore americano Orlando Carter Snead, della Notre Dame University, per capire la crisi della famiglia bisogna guardare a come oggi l’uomo si definisce: «Secondo l’individualismo radicale in voga oggi l’uomo sarebbe solo, un atomo definito dalla sua volontà e dal suo arbitrio. Una persona che sceglie, consuma e si realizza nella misura in cui raggiunge gli obiettivi che essa stessa si dà».

CORAZZA DI DIRITTI. Di conseguenza, «l’uomo vede gli altri come strumentali ai suoi fini e la corazza di diritti che lo circonda lo separa da tutti». Questa concezione ha delle conseguenze, perché tutte le persone non produttive o non utili vengono scartate: «I bambini con l’aborto o la ricerca distruttiva sugli embrioni, gli anziani o le persone con scarse capacità cognitive con l’eutanasia». Ma questa è una visione falsa dell’uomo, perché ogni persona, come insegna proprio la famiglia, «è preziosa e insostituibile». La famiglia è «una scuola, dove si viene amati in modo incondizionato e si scopre di essere sempre debitori verso qualcun altro di amore e cura».

DRAMMA DEL DIVORZIO. Ma come si fa a raccontare oggi la bellezza della famiglia, colpita dal dramma del divorzio? Secondo gli studi presentati da Anna Garriga, ricercatrice dell’Università Pompeu Fabra di Barcellona, si vede che il divorzio «contrariamente a quanto si dice, in base a studi statistici, genera sempre meno libertà, meno benessere e meno uguaglianza. E i figli di genitori divorziati restano segnati per sempre, non solo da piccoli».

MULINO BIANCO. Il punto, per Garriga, «sta nel non proporre più il matrimonio autoreferenziale, borghese, bastante a se stesso. Ma una relazione in cui si metta a tema la mancanza che pervade il cuore dell’uomo e nella quale la coppia cerchi qualcosa di più grande oltre a sé e all’altro». Per Chiara Giaccardi infine, docente di Sociologia e Antropologia dei media all’Università Cattolica di Milano, è anche importante far vedere la famiglia concreta, non quella del Mulino Bianco.

«DELIRIO DI ONNIPOTENZA». La famiglia, cioè, piena di limiti e fallimenti, dove si sbaglia sempre, ma «dove si impara che c’è sempre una relazione che ci precede e mette fine così a quel delirio di onnipotenza che vede oggi l’uomo scegliere addirittura il proprio sesso o comprare un bambino con la maternità surrogata. Questa non è ideologia, ideologia è chi dice che nascere maschio o femmina, che è la realtà, non conta». Si chiude così la XXXVI edizione del Meeting. Il prossimo si terrà dal 22 al 28 agosto con il titolo: “Tu sei un bene per me”.


Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

2 Commenti

  1. yoyo says:

    Se i contenuti sono quelli sopra descritti, di gender si è parlato eccome e ai fantaccini in prima fila saranno fischiate ugualmente le orecchie.

    • Q.B. says:

      Come dire: mi ha gonfiato la faccia di sberle ma alla fine anche a lui facevano male le mani.

      La fiera dell’ottimismo …

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Banco alimentare

Tempi Motori – a cura di Red Live

Leggero, scattante, comodo. Il C400X dimostra ottime doti dinamiche ha un bel motore e, per primo, un sistema di connessione molto evoluto. Riuscirà a combattere contro i mostri sacri del segmento? Lo abbiamo provato per capirlo

L'articolo Prova BMW C 400 X <br> lo scooter che non ti aspetti proviene da RED Live.

Comfort, connettività, sicurezza e design al servizio delle aziende

L'articolo Renault presenta la gamma Business proviene da RED Live.

Pronta al debutto al prossimo Salone di Parigi, la wagon del Leone getta il guanto di sfida alle rivali premium. Con un sacco di argomenti, a cominciare dal design

L'articolo Nuova Peugeot 508 SW, cambio di rotta proviene da RED Live.

Sostituisce la Serie 6 e diventa la M più potente mai prodotta. Trazione integrale, quattro ruote sterzanti, eleganza e opulenza. Per andare veloci in qualunque condizione

L'articolo BMW Serie 8 Coupé, a volte ritornano proviene da RED Live.

In programma dal 20 al 22 luglio al Misano World Circuit, il WDW (World Ducati Week) di quest’anno si preannuncia rovente: i piloti Ducati si sfideranno in sella alla Panigale V4 S.

L'articolo The Race of Champions: la sfida tra campioni al WDW 2018 proviene da RED Live.