L’Europa “sbugiarda” de Magistris: scarsa la raccolta differenziata a Napoli

Nota dell’europarlamentare Rivellini (Ppe): «Nel 2011 la raccolta differenziata è stata del 18,05% a Napoli e del 40% in Campania. Ma de Magistris non doveva portarla a Napoli al 70% per la fine del 2011?»

Riceviamo e pubblichiamo.

L’europarlamentare Enzo Rivellini (Ppe) ha rilasciato la seguente dichiarazione: «Ho ricevuto dal dott. Codescu, capo Unità ENV A.1., responsabile per l’esecuzione e le infrazioni della Commissione europea, nuove informazioni (attraverso mail ufficiale della Commissione europea) sui rifiuti. Queste notizie sulla raccolta differenziata sbugiardano impietosamente il sindaco De Magistris. Di fatti il dott. Codescu, responsabile delegato del Commissario Potocnik per le infrazioni e la questione dei rifiuti in Campania, conferma che nel 2011 la raccolta differenziata è stata del 18,05% a Napoli e del 40% in Campania. Ma de Magistris non doveva portarla a Napoli al 70% per la fine del 2011? E la Iervolino, tanto criticata, da Giggino “ghe pensi mi” non aveva fatto meglio (circa il 22%, dato comunicato dalla Prefettura nel giugno 2010)?

Che brutta figura! Ma tanto ora il Sindaco sparerà un altro annuncio, un’altra ridicola pista ciclabile e i soliti “bla bla bla”, pensando  di averla fatta franca. Ma i Napoletani cominciano a capire l’incosistenza del Sindaco tutto apparenza e senza concretezza: a De Magistris potrà capitare la stessa parabola del suo “mentore” che imita nella sua effimera gestione: Antonio Bassolino!».