Federica Pellegrini, la campionessa è pronta per l’acqua dolce di Londra

È tra le atlete più attese ai Giochi Olimpici. Tra paure, gossip e successi, la nuotatrice più forte al mondo è pronta a difendere il suo primato.

Molti nuotatori hanno paura del mare, dei fondali scuri e profondi. Trovano molto più rassicurante il colore azzurrognolo della piscina: qui la profondità non li spaventa, sono attenti solo agli avversari che nuotano ferocemente sulle altre corsie. Anche Federica Pellegrini è intimorita dal mare, dalla sensazione che la sua vastità riesca a prevaricare sul suo stile libero perfetto che le ha regalato un oro a Pechino nel 2008 nei 200 stile libero e due ori nei 200 e 400 stile libero ai Mondiali di Shangai del 2011.

A 24 anni la nuotatrice veneta è sul tetto del mondo, le altre atlete arrancano dietro le sue bracciate potenti e aggraziate. Eppure la ragazzina che a soli 16 anni aveva già impressionato l’Italia intera ne ha passate tante, dentro e fuori dall’acqua. Perché il suo elemento naturale a volte la intimorisce a tal punto da costringerla a rinunciare a una gara o a uscire dalla vasca con il cuore che batte all’impazzata. L’ansia avvolge una campionessa con i riflettori sempre puntati addosso e gli sguardi del mondo sempre sul cronometro. Ma Federica è una donna forte e lascia che tutto le scivoli addosso, le s’incrinano i pensieri solo quando Alberto Castagnetti, l’amato allenatore, la lascia per sempre un giorno del 2009. In quel momento “la Pellegrini” deve fare i conti con la realtà e ricominciare daccapo.

Ce la farà anche grazie all’amore, prima quello per Luca Marin e poi quello per Filippo Magnini, il suo amico di sempre. La loro storia ha attirato gossip e pettegolezzi infiniti la scorsa estate, mentre entrambi erano impegnati nelle gare dei Mondiali di Shangai. Belli e patinati, i due atleti dopo qualche indecisione hanno deciso di vivere la loro storia alla luce del sole, senza negarsi a riviste rosa e paparazzi a caccia di occasioni mondane. Ma ora è tempo di tornare in vasca, di aggredire l’acqua dolce in cui Federica sembra volare, domando la paura e accarezzando il cronometro. Londra, la campionessa sta arrivando.