Drogati di medicine. In Gran Bretagna superato il miliardo di prescrizioni in un anno

Sull’isola cresce la richiesta di medicinali. Desta preoccupazione soprattutto la crescita di richieste di antidepressivi

Più di un miliardo di prescrizioni di medicinali all’anno in Gran Bretagna. Dieci anni fa il volume ammontava a “solo” 617 milioni. Antidolorifici, sonniferi, antidepressivi e farmaci per il diabete vengono prescritti in numeri record. Il Regno Unito, oltre ad avere la peggiore sanità d’Europa, ha anche i più esigenti pazienti d’Europa, continuamente bisognosi di medicine.

ANTIDEPRESSIVI. 2,7 milioni di ricette vengono prescritte ogni giorno, l’equivalente di 1900 al minuto, e a dichiararlo è proprio il servizio sanitario nazionale. La preoccupazione è che non tutti i farmaci prescritti siano strettamente necessari, sopratutto in quella fascia di antidepressivi comuni come il Prozac e lo Seroxat sempre più richiesti dai pazienti ai propri medici di famiglia per motivi di ansia, stress e difficoltà economiche non più sopportabili. Il numero delle prescrizioni di questi farmaci, lo scorso anno, è aumentato del 7,5 per cento, arrivando ai 50 milioni di scatole vendute ogni anno.

DIABETE. L’altra grande fascia di medicinali che spopolano in Gran Bretagna sono quelli per il diabete, malattia figlia del sovrappeso che affligge un inglese su quattro. Lo scorso anno gli inglesi hanno speso 768 milioni di sterline per curare questo problema, con un 2 per cento in più rispetto al 2011, e la cifrà andrà aumentando visto che lo stato di salute della popolazione continua a peggiorare.
Il dottor Andrew McCulloch, commentando al Daily Mail la spesa contro il diabete, ha detto che queste medicine, apparentemente così costose, aiutano a combattere le possibili conseguenze di questa malattia. L’amputazione di un piede o la cecità peserebbero ancora di più sul sistema sanitario nazionale. E i diabetici in Gran Bretagna sono il doppio rispetto al 1996, con 2,9 milioni di persone.