Google+

Vai anche tu dal parrucchiere (per protestare contro Trump)

marzo 27, 2017 Redazione

Combattere le ingiustizie e le nefandezze del governo di Donald Trump è quanto mai urgente e necessario. Ma a volte le parole non bastano. C’è bisogno di gesti forti e ben motivati, così che possano essere efficaci nella loro “scomodità”. Ecco perché questo blog plaude alla coraggiosa iniziativa delle donne che vanno dal parrucchiere.

Come riporta un giornale serio come il Daily Telegraph, «è da due mesi che le donne hanno trovato un nuovo modo di mostrare ciò che pensano di Trump, questa volta usando i capelli». Che cosa è successo? Decine di migliaia di donne si sono tinte i capelli di arancione? Figuriamoci, la protesta è molto più evidente. «C’è stato un netto aumento di tagli duri e bruschi», ci dice il quotidiano inglese. Questione di stile? Neanche per sogno. Ci sono «alcuni parrucchieri» che attribuiscono la scelta audace «a questi turbolenti tempi politici».

telegraph-scarlett-trump

Un importante creativo molto conosciuto nel settore shampoo, Luke Hersheson, spiega infatti che «le donne si stanno ribellando contro le tradizionali idee di femminilità e attraverso il look mandano un segnale personale e pubblico». Insomma, accorciando e spuntando il ciuffo la donna vuole «dimostrare di avere il controllo».
La protesta, come si può ben capire, è clamorosa e si carica di significati politici. Il capello corto, infatti, «è la completa antitesi del look della First Lady Melania Trump, che vanta una chioma di capelli lunghi, lisci e incredibilmente lucidi». In una parola, è una gran sgnacchera ed è per combattere contro questa bellezza volgarmente venduta al potente di turno che un’attrice come Olivia Wilde ha lanciato l’hashtag #nomoremelaniahair. Basta con i capelli alla Melania.

Poi, certo, qualcuno potrebbe notare che i capelli corti tra le donne vanno di moda da almeno trent’anni, ma si tratta di un movimento di protesta ante-litteram. Per concludere la denuncia in bellezza, il Telegraph propone una corposa gallery di belle figliole (belle in senso buono, non come Melania) con i capelli corti, a partire dalla famosa attivista politica Scarlett Johansson, passando per Kristen Stewart, Natalie Portman, Naomi Campbell, Beyoncé, Gwyneth Paltrow (insomma, clicca qui per protestare).

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

Ridisegnata nei dettagli e capace di offrire un allestimento più ricco, la Ford Ecosport sta riuscendo a ritagliarsi una fetta importante del mercato SUV. Il motore TDCi da 100 cv è il cuore giusto per lei? Scopriamolo in questa prova

L'articolo Prova Ford Ecosport 2018 <br> il bello della concretezza proviene da RED Live.

Nasce sulla base del Crafter e promette praticità e abitabilità da camper. A fine agosto ne sapremo di più

L'articolo Volkswagen Grand California, perché la vita è un viaggio proviene da RED Live.

Piegano come una moto (a volte pure di più) ma offrono più sicurezza e abitabilità. Con un buon "allestimento" possono essere una valida alternativa all'auto offrendo velocità e agilità da scooter e protezione (anche dei vestiti) da auto. Sono i mezzi a tre ruote, sia scooter sia moto, con sistema di basculamento. Quasi tutti scooter hanno però una guest star. Ecco quali sono e come vanno.

L'articolo Moto e scooter, quando due ruote non bastano. Ecco i migliori tre ruote proviene da RED Live.

I prezzi partono da 24.650 euro, quattro gli allestimenti disponibili

L'articolo Peugeot 2008, arriva il 1.5 BlueHDi con cambio automatico proviene da RED Live.

Per chi vuole qualcosa in più della solita Sport Utility, con l'accento sulla sportività. Farà il suo debutto ufficiale al Salone di Parigi, in ottobre

L'articolo Skoda Karoq Sportline, la SUV che va di fretta proviene da RED Live.