India. Assalto a una scuola cattolica. Preside picchiato e arrestato

Tratto da Fides – Raipur – L’assalto immotivato ad una scuola cattolica ha generato sdegno e amarezza tra i cattolici dello stato di Chhattisgarh, in India centrosettentrionale. Come riferisce a Fides Sua Ecc. Mons. Victor Henry Thakur, Arcivescovo di Raipur, nei giorni scorsi la “Nirmal Rani English Medium Shcool” a Khursipar, nei pressi di Raipur, capitale dello stato, è stata bersaglio di un attacco ingiustificato da parte di teppisti violenti vicini al partito nazionalista indù Baratiya Janata Party , che è il partito del Primo ministro federale Narendra Modi.

I teppisti accusavano in modo del tutto pretestuoso il preside, il sacerdote p. Ligo Mathew, di aver insultato e parlato in modo violento ad alcune allieve. Per questo hanno fatto irruzione nella scuola, insultandolo e percuotendolo. Anche alcune docenti, accorse all’udire grida e rumori, sono state malmenate. La polizia, chiamata da altri docenti, ha condotto p. Ligo nella stazione di polizia locale, mentre una folla di estremisti di radunava e urlava slogan contro di lui. Il sacerdote è stato condotto davanti a un magistrato che ha spiccato nei suoi confronti un ordine di detenzione per 14 giorni, confermando le accuse. La domanda di cauzione, presentata dalla Chiesa, è stata rifiutata. I teppisti si sono poi recati nuovamente alla scuola e, completamente ubriachi, hanno devastato l’ufficio del preside e altri locali.La Chiesa locale, riferisce il Vescovo, ha deciso di indire una giornata di preghiera e digiuno come protesta non violenta, perché sul caso si apra una inchiesta giudiziaria imparziale, e di inviare una relazione alle autorità civili e alla Commissione governativa per i diritti umani.

“Come Chiesa riteniamo le accuse a danno di p. Ligo del tutto infondate e false. P. Mathew guida da 16 anni la scuola ed è sempre stato un esempio di correttezza, rispetto e cura verso gli allievi, impegnandosi a promuovere un’istruzione di qualità”, conferma il Vescovo a Fides, chiedendo di perseguire una strada di giustizia, dopo la violenza arbitraria subìta dai cristiani.

Contenuti correlati

Video

Lettere al direttore

Foto

Welcome Back!

Login to your account below

Create New Account!

Fill the forms bellow to register

Retrieve your password

Please enter your username or email address to reset your password.

Add New Playlist