Google+

I terroristi dello Stato islamico distruggono con una mazza l’antica tomba del profeta Giona a Mosul

luglio 10, 2014 Leone Grotti

Nel video si vede un terrorista vestito con un abito nero distruggere con una pesante mazza la tomba venerata da cristiani e musulmani

I terroristi dello Stato islamico hanno distrutto l’antica tomba del profeta Giona, che si trova a Mosul, seconda città più importante dell’Iraq recentemente conquistata dagli islamisti di Al Baghdadi. Giona è il profeta venerato da musulmani e cristiani che secondo la Bibbia è stato inghiottito da un grosso pesce e vomitato sulla spiaggia per andare a predicare agli abitanti della città di Ninive.

IL FILMATO. Il video qui sopra mostra un uomo vestito con un abito nero distruggere con una pesante mazza la tomba. Non si conosce la data di rilascio del filmato ma è certo che l’uomo appartenga allo Stato islamico, che ha appena proclamato la nascita del nuovo califfato, che comprende territori dell’Iraq e della Siria.

SANTUARI DISTRUTTI. I terroristi hanno di recente distrutto anche diversi santuari sunniti e sciiti a Mosul e Tal Afar. Dopo aver occupato le arcidiocesi caldea e siro-ortodossa di Mosul e la chiesa di Sant’Efrem, gli islamisti hanno anche distrutto la statua della Madonna della chiesa dell’Immacolata.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

18 Commenti

  1. augusto scrive:

    Non se ne può più de sta gente !

  2. Gabriele scrive:

    Basta!!!

  3. Gerardo Astore scrive:

    Se alzo le spalle a queste notizie sono un incosciente per non dire un deficienze. Beh, forse è venuto il momento di prendere il porto d’armi e promuovere associazioni in cui si discute di legittima difesa privata. Credo che siamo troppo sprovveduti per quando quest’onda terrorista e totalitaria arriverà. Ce lo hanno detto chiaramente che vogliono conquistare il mondo intero

  4. buffa scrive:

    che nostalgia le crociate… ai tempi si che avevano capito tutto.

    • blues188 scrive:

      Che scocca ironìa la sua. Vorrei vedere se bruciassero la sua bandiera rossa o mancherebbero di rispetto ai suoi fondatori del PCI!!

  5. michele scrive:

    Per gli estremisti islamici pure le tombe dei loro profeti e dei sultani sono un segno di idolatria. Vanno contro la loro stessa gente!

  6. Mappo scrive:

    Solo Israele ha dimostrato come curare questo cancro

  7. Caduceus scrive:

    …veramente il profeta Giona è venerato da ebrei e cristiani. I musulmani non sanno cosa farsene, proprio per questo attaccano la sua tomba…

  8. Roberto scrive:

    Credo che gli islamici in Italia faranno lo stesso con le nostre opere d’arte

    • Giulio Dante Guerra scrive:

      Ricordo d’aver letto, qualche anno fa, dell’arresto di alcuni estremisti islamici, che stavano progettando di sfregiare un affresco, presente in una chiesa, raffigurante l’inferno, in cui il pittore, ispirandosi alla Divina Commedia, aveva effigiato Maometto ed Alì nella bolgia dei “seminatori di discordia”.

      • Giulio Dante Guerra scrive:

        E, forse, è “a rischio” anche il bellissimo quadro di Francesco Traini nella chiesa di S. Caterina a Pisa, raffigurante il “Trionfo di S. Tommaso (d’Aquino)”. Il personaggio con tratti ed abbigliamento “arabo”, schiacciato sotto i piedi del santo, è, in realtà, Averroè; ma se qualcuno, tanto per seminare zizzania, spargesse la voce che è Maometto?

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

COSA: BIKE FESTIVAL GARDA TRENTINO, quest’anno dura un giorno in più  DOVE E QUANDO: Riva del Garda, Trento, 28-30 aprire e 1° maggio Tra le più importanti rassegne outdoor del comparto ruote grasse il Bike Festival Garda Trentino quest’anno aggiunge un giorno in più al suo (sempre) ricco programma di iniziative. Eventi speciali, escursioni, gare, test, un […]

L'articolo RED Weekend 28-30 aprile e 1° maggio, idee per muoversi proviene da RED Live.

A volte ritornano. Oltretutto quando meno te lo aspetti. Dopo dodici anni di assenza dal panorama europeo, lo storico marchio inglese MG annuncia il rientro nel Vecchio Continente. Un’operazione che avrà inizio nel 2019 e che vedrà protagonista la cinese Saic, dal 2005 proprietaria del brand. Il successo con le spider negli Anni ‘60 La […]

L'articolo MG, il ritorno in Europa è in salsa cinese proviene da RED Live.

Il marchio Seat ha la sportività incisa in modo indelebile nel proprio DNA. Un’inclinazione caratteriale impossibile da nascondere persino quando a Martorell hanno a che fare con una SUV. Ecco allora che la Ateca, la prima sport utility della storia della Casa spagnola, beneficia della versione FR (Formula Racing), sinora riservata alle “cugine” Ibiza e […]

L'articolo Seat Ateca FR: il SUV ha un’anima sportiva proviene da RED Live.

Prenderà il via dall’Autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola sabato 29 e domenica 30 aprile il Campionato monomarca MINI Challenge 2017, organizzato con il supporto di ACI Sport. Le sei tappe previste, da aprile a ottobre, si correranno sui più celebri circuiti italici e, chi non potrà partecipare o assistere, potrà godersi la visione in streaming su Dplay, la piattaforma on […]

L'articolo MINI Challenge, al via la nuova edizione proviene da RED Live.

Ci sono eventi che arrivano immediatamente ai fasti della cronaca e altri, non meno importanti, che vuoi per casualità, vuoi perché comunicati con meno forza, passano quasi sotto silenzio. Mentre il Salone di Shangai, tuttora in corso, celebra una miriade di modelli e versioni dedicati pressoché esclusivamente al mercato cinese, resta inspiegabilmente in secondo piano […]

L'articolo Jeep Yuntu: l’ora dell’ibrido plug-in proviene da RED Live.

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana