Google+

Tav, arriva dal Giappone la nuova stazione di Susa

settembre 19, 2012 Marco Margrita

Non un luogo di passaggio, ma un punto di aggregazione. «Dove s’incontreranno linea storica ed alta velocità». Presentata ieri la nuova stazione di Susa, progettata dall’archistar Kengo Kuma.

Presentato ieri presso la Prefettura il progetto della stazione internazionale di Susa, alla presenza del presidente dell’Osservatorio Mario Virano e del direttore di Ltf Marco Rettinghieri, oltre che di una nutrita schiera di amministratori locali. Dovrebbe essere una delle più significative realizzazioni nell’ambito della nuova linea ferroviaria Torino-Lione, ideata dall’archistar giapponese Kengo Kuma, con un progetto che, sottolinea il nipponico, «ha alla base una sensibilità ambientale». L’architetto invita ad interpretare questa sensibilità ed il progetto nel suo insieme come «un aiuto a superare le proteste e a dare delle risposte a chi ha dubbi sull’opera».

SPAZIO D’AGGREGAZIONE. Per chi, come lui, provenga da una nazione come il Giappone, dove l’alta velocità ferroviaria è presenza quotidiana per la popolazione ed ormai elemento del paesaggio, non è stato sicuramente facile comprendere perché ci sia un’opposizione al treno in forza di una affermata visione ecologista. La nuova stazione – che dovrebbe costare 48,5 milioni di euro – è pensata per essere non solo un luogo di passaggio ma uno spazio di aggregazione. L’ispirazione, ha spiegato Kuma, «me l’hanno data i tetti di montagna, con le lose in pietra. Poi la montagna stessa e l’armonia del paesaggio». La stazione sarà alta tre piani e sulle pareti esterne, interamente coperte di pannelli solari, scorrerà una passerella pedonale panoramica fino alla balconata con vista sulla Valle. Per le pareti esterne è prevista la copertura con pelle metallica scusa, che vorrebbe essere «trasposizione moderna delle lose». Secondo Virano la stazione, nel lungo periodo, potrà arrivare a garantire fino a 200 posti di lavoro.

LINEA STORICA ED ALTA VELOCITÀ. Sarà questo il punto dove «si incontreranno la linea storica e l’alta velocità, con un passaggio importanti di treni. L’ipotesi è di 10 convogli ad alta velocità internazionali, 8 regionali veloci da Torino a Lione, 40 treni per il capoluogo subalpino e 8 cosiddetti treni della montagna nel fine settimana, che porteranno turisti da mezza Europa». Giudizio positivo da parte del sindaco della Città, Gemma Amprino. «Questa stazione – ha dichiarato – accoglie la richiesta dell’amministrazione comunale di avere un’opera rispettosa del territorio». L’avvio dei lavori dovrebbe essere nel 2014 con la preparazione dell’area e la costruzione del primo binario tra cantiere e linea storica per il trasporto, in treno,dei materiali di risulta.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

1 Commenti

  1. diego fulcheri scrive:

    Franco Grosso ho letto il tuo commento riguardo alla nuova stazione ……mi chiedo onestamente ….al di la delle legittime e personali posizioni …..cosa tu sappia …sia dei motivi del SI ……prima ancora di quelli del NO ….troppo facile fare ironia …e parlare di coloro che andrebbero ancora ancora a cavallo ………..ciao saluti ……diego fulcheri

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Il Concorso d’Eleganza di Pebble Beach, in California, rappresenta da sempre un evento speciale per la BMW. La Casa di Monaco è infatti solita stupire presentando delle concept che anticipano modelli pressoché pronti a entrare in produzione. Quest’anno tocca a una delle roadster più affascinanti mai realizzate, oltre che una delle vetture più “anziane” della […]

L'articolo BMW Z4 Concept: una linea da urlo proviene da RED Live.

Nessuno fiati. Nessuno si muova. L’hanno fatto davvero! Hanno ridato vita alla storica sigla GSi. Un’icona per tutti i “figli degli Anni ‘80” cresciuti a pane e Opel sportive. Con buona pace della divisione OPC, la nuova versione high performance della Insignia Grand Sport – seconda generazione della berlina tedesca – tornerà a sfoggiare la […]

L'articolo Opel Insignia GSi: gradito ritorno proviene da RED Live.

Solida e ben fatta, la Seat Ateca 1.6 TDI Advance è il primo SUV della Casa spagnola. Si parte da meno di 24 mila euro chiavi in mano

L'articolo Prova Seat Ateca 1.6 TDI Advance proviene da RED Live.

La fortwo, l’utilitaria più corta sul mercato – è lunga solo 2,69 m – si aggiorna. La novità principale è rappresentata dalla disponibilità di serie, sin dall’allestimento entry level youngster, della frenata automatica d’emergenza e dei fendinebbia. Un upgrade in materia di sicurezza tutt’altro che marginale, esteso anche alla versione a quattro posti forfour. Tessuto […]

L'articolo smart fortwo e forfour 2018: danno di più proviene da RED Live.

Vi piace pedalare in collina? Se volete farlo in compagnia di migliaia di altri ciclisti, e con la possibilità di mettere alla prova il vostro spirito agonistico, l’occasione giusta è la 5° edizione della Granfondo Scott, in programma il 3 settembre 2017 con partenza e arrivo a Piacenza Expo. La manifestazione propone due percorsi, caratterizzati […]

L'articolo Granfondo Scott, al via il 3 settembre proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana