Google+

Qatar paladino della libertà (altrui): condannato all’ergastolo poeta contrario all’emiro

novembre 30, 2012 Leone Grotti

In Qatar è stato condannato all’ergastolo il poeta Ajami per avere criticato l’emiro. Ma come, Al Thani non difende più la libertà degli arabi come ha fatto finanziando i ribelli libici e siriani?

Con i suoi miliardi di petrodollari e la sua televisione di Stato Al Jazeera, il Qatar nell’ultimo anno ha appoggiato a spron battuto la cosiddetta Primavera araba, finanziando i ribelli libici e oggi quelli siriani e spingendo la comunità internazionale ad aiutarli anche dal punto di vista militare. I paladini della libertà dei paesi arabi dai dittatori hanno condannato ieri all’ergastolo Muhammad Ibn al-Dheeb al-Ajami, che nelle sue poesie inneggiava alla Primavera araba e criticava l’emiro del Qatar, detentore del potere assoluto, e gli «sceicchi che giocano sulle loro playstation» a manovrare il mondo.

«ERRORE GIUDIZIARIO». Ajami non ha potuto partecipare al suo stesso processo e, come dichiarato a Reuters dal suo avvocato difensore, Nagib al-Naimi, la difesa non ha potuto parlare a vantaggio del suo assistito. «Si tratta di un tremendo errore giudiziario», ha detto. Ajami è stato arrestato nel 2011 dopo avere pubblicato il poema “Jasmine”, in onore appunto della Rivolta tunisina dei “Gelsomini”, dove criticava i paesi del Golfo, compreso il Qatar: «Siamo tutti come la Tunisia davanti all’elite che reprime» il popolo.

«DUE PESI E DUE MISURE». Il poeta è stato accusato di volere rovesciare l’emiro del Qatar Al Thani ma il suo difensore ha dichiarato che non era questo il suo intento. Ajami ha anche dichiarato: «È un’ingiustizia, non è possibile avere Al Jazeera e poi mettermi in prigione solo per un poema». Nel piccolissimo e ricchissimo Qatar abitano meno di due milioni di persone e la libertà di espressione non è garantita. «Il Qatar usa due pesi e due misure – hanno detto molti attivisti per i diritti umani – Ha aiutato paesi come la Libia e la Siria a diventare più democratici ma non accetta la democrazia in casa sua. È una vergogna».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

Assieme ad ABS ed ESP, il sistema di controllo elettronico della trazione è un cardine dei sistemi di sicurezza montati sulla vostra auto. Nel caso non lo sappiate, è un dispositivo elettronico in grado di rendervi le cose più semplici quando la strada è scivolosa. Scopriamolo assieme

L'articolo ASR, cos’è e come funziona il controllo di trazione delle auto proviene da RED Live.

400 cv, 855 kg e 2G di accelerazione laterale. La prima Dallara omologata per circolare su strada vanta prestazioni da capogiro. Disponibile in configurazione barchetta, targa o coupé scatta da 0 a 100 km/h in 3,25 secondi. E noi ci abbiamo fatto un giro

L'articolo Dallara Stradale, siamo saliti sulla barchetta dei record proviene da RED Live.

Nata anche da un'imbeccata di Stefano Accorsi, questa 308 al Nandrolone trasferisce su strada il meglio della versione Cup

L'articolo Peugeot 308 by Arduini Corse, one off su base GTi proviene da RED Live.

In 100.000 hanno raggiunto Praga da tutto il mondo per celebrare i 115 anni di un marchio più arzillo che mai. Una buona occasione per parlare del futuro di Harley-Davidson (che sarà anche elettrico) ma non solo

L'articolo Harley-Davidson, 115 di questi anni proviene da RED Live.

Arriva una serie speciale frutto della collaborazione con la rivista femminile Elle. Materiali e colori inediti si accompagnano a un rinforzo di tecnologia a bordo. Prezzi a partire da 13.250 euro

L'articolo Citroën C1 Elle Special Edition proviene da RED Live.