Google+

L’insegnante di tuo figlio non ti piace? A New York potresti licenziarlo

giugno 16, 2011 Laura Borselli

La legge si chiama “trigger law” ed è stata proposta nello Stato di New York da attivisti educativi. Se passasse, i genitori scontenti della scuola dei propri figli potrebbero licenziare il preside, la metà degli insegnanti e addirittura chiudere la scuola. Oppure fare come in California

La chiamano trigger law e potrebbe permettere ai genitori delle scuole dello Stato di New York di licenziare gli insegnanti dei propri figli. La proposta di legge, sponsorizzata da un manipolo di agguerriti “attivisti educativi” presenti anche in altri Stati, prevede che, una volta raccolta intorno a sé una maggioranza, i genitori scontenti della scuola dei propri figli possano licenziare il preside, la metà degli insegnanti e addirittura chiudere la scuola o trasformarla in una charter school.

Questa è un particolare tipo di scuola americana, a metà tra il pubblico e il privato, sovvenzionata dallo Stato ma diretta da consigli di genitori ed insegnanti, regolata da statuti particolari, considerati “responsabili” dei risultati dei loro alunni. Quello che potrebbe accadere a New York è simile a quanto è accaduto in California alla fine dello scorso anno.

Lì i genitori di alcuni alunni della scuola elementare statale McKinley di Compton, sull’orlo del fallimento, hanno utilizzato la “trigger law” per trasformare la scuola in una “charter school”. Genitori troppo invadenti o semplicemente desiderosi di dire la propria nell’istruzione dei loro figli? La questione è dibattuta.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

1 Commenti

  1. Hi, I think your site might be having browser compatibility issues. When I look at your blog in Ie, it looks fine but when opening in Internet Explorer, it has some overlapping. I just wanted to give you a quick heads up! Other then that, excellent blog!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

No, decisamente la Volkswagen non poteva restare a guardare. Il segmento delle B-Suv, vale a dire delle sport utility compatte, vive un momento di grande fermento e successo. La Casa tedesca, che sinora aveva nella Tiguan la proposta più “piccola”, doveva correre ai ripari. Ecco dunque avvicinarsi la presentazione ufficiale, prevista in occasione del Salone […]

L'articolo Volkswagen T-Roc: pronta alla battaglia proviene da RED Live.

L’abito non fa il monaco. Mai affermazione fu più vera, specie nel caso della concept Infiniti Prototype 9, presentata in occasione del Concorso d’Eleganza di Pebble Beach, in California, e forte di una linea ispirata alle monoposto degli Anni ’30 e ’40. L’aspetto, come accennato, non deve però trarre in inganno: il “cuore” è decisamente […]

L'articolo Infiniti Prototype 9: sotto mentite spoglie proviene da RED Live.

Il Concorso d’Eleganza di Pebble Beach, in California, rappresenta da sempre un evento speciale per la BMW. La Casa di Monaco è infatti solita stupire presentando delle concept che anticipano modelli pressoché pronti a entrare in produzione. Quest’anno tocca a una delle roadster più affascinanti mai realizzate, oltre che una delle vetture più “anziane” della […]

L'articolo BMW Z4 Concept: una linea da urlo proviene da RED Live.

Nessuno fiati. Nessuno si muova. L’hanno fatto davvero! Hanno ridato vita alla storica sigla GSi. Un’icona per tutti i “figli degli Anni ‘80” cresciuti a pane e Opel sportive. Con buona pace della divisione OPC, la nuova versione high performance della Insignia Grand Sport – seconda generazione della berlina tedesca – tornerà a sfoggiare la […]

L'articolo Opel Insignia GSi: gradito ritorno proviene da RED Live.

Solida e ben fatta, la Seat Ateca 1.6 TDI Advance è il primo SUV della Casa spagnola. Si parte da meno di 24 mila euro chiavi in mano

L'articolo Prova Seat Ateca 1.6 TDI Advance proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana