Google+

Le Femen? «Sono sottomesse, contro le donne e ti usano come carne da macello». Parola di ex “sex-tremista”

febbraio 12, 2014 Redazione

Alice ha partecipato alla profanazione della cattedrale di Notre-Dame a Parigi ma ha lasciato il gruppo perché «devi accettare una sottomissione che rifiuti esteriormente e rinunciare alla libertà»

Dopo aver partecipato lo scorso febbraio alla profanazione della cattedrale di Notre-Dame a Parigi ha deciso di lasciare le Femen, le «sex-tremiste» che combattono contro la società patriarcale e a favore di tutte le cause politicamente corrette del mondo scoprendosi il seno e gridando in topless. La donna in questione è Alice (nome fittizio), parigina di 30 anni, che ha deciso di raccontare in un libro di prossima pubblicazione e al Le Figaro in anteprima perché «le Femen non rispettano le donne».

DONNE SOTTOMESSE. L’organizzazione del gruppo è quasi paramilitare: «Devi dare disponibilità assoluta alla causa, 24 ore su 24». Un impegno che ti porta «lentamente ad accettare una sottomissione che tu rifiuti esteriormente», quando vai in piazza a protestare. «Che cosa sei venuta per combattere? La sottomissione delle donne a un sistema patriarcale. E che cosa guadagni? Il diritto di dire a te stessa quando rientri a casa la sera, sola, che ti sei battuta per una libertà alla quale tu stessa non hai diritto».

«NON RISPETTANO LE DONNE». Sì, perché il movimento guidato da Inna Shevchenko, che rivendica «il diritto ad essere blasfema», e fondato dall’ucraino Viktor Svyatski solo «per fare sesso», per sua stessa ammissione, «non rispetta le donne e i capi trattano le reclute come carne da macello», spiega l’ex Femen. Alice è la prima donna a entrare nel gruppo non da infiltrata, ma da “sex-tremista” convinta e a uscirne delusa per poi criticare e raccontare la vita da Femen: dal reclutamento all’indottrinamento, dalle esercitazioni alle proteste in strada.

«SONO DELUSA». Alice crede ancora nella causa del femminismo ma non vuole più saperne del gruppo che «accetterebbe anche donazioni dal diavolo pur di diffondere il femminismo». È rimasta «delusa» perché nell’organizzazione «non esiste la fiducia. Si apprendono le dimostrazioni future da Facebook. Come si deve sentire uno quando viene usato per un’ora e non sa quello che succederà l’ora dopo? E ti viene chiesta fedeltà assoluta».

PROTESTE ANTI FEMEN. In Francia un gruppo di cittadini ha chiesto a Francois Hollande di ritirare il francobollo ispirato alla figura di Inna Shevchenko e di dissolvere le Femen. Lunedì scorso, l’ex presidente della commissione interministeriale di vigilanza e lotta contro le derive settarie, Georges Fenech, si è detto preoccupato per le azioni delle “sex-tremiste”, che «minano i valori fondanti della Repubblica» e ne ha chiesto la «dissoluzione per i metodi settari» usati dal gruppo.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

8 Commenti

  1. michele scrive:

    Finalmente la republique considera un valore fondante la preservazione delle chiese dalla profanazione. Perché, alla fin fine, le femen non sono note per altro che sacrilegi ed aggressioni a pacifici prelati.

    • Antonio scrive:

      questa feccia volgare e irrispettosa, buona solo a manifestare “contro” in maniere oscene e inaccettabili per un Paese civile la aspetto al varco… quando (non manca poi molto) l’Islam sarà la religione più diffusa in UE, grazie ad immigrazione e prolificità degli stranieri. Tutti bravi questi balordi a spalare fango contro la Chiesa ed i cristiani.

  2. VivalItalia scrive:

    Vabbhe Anto, ad aspettale al varco credo che non saresti solo..
    comunque sarebbe interessante de sape com’è che sta Alice (nome fittizio), parigina di 30 anni, ha cambiato idea. .. per scrive er libro??

    Bah..

  3. Clemente scrive:

    Le femen rivendicano il diritto ad entrare nelle Chiese a seno nudo, ed essere blasfeme..
    Io allora rivendico il diritto ad entrare nello loro case, insultarle e dire che sono puttane.

  4. luca scrive:

    tra i tanti mali dell’umanità un seno nudo non mi sembra il peggiore… anche se ste femen per lo più so bruttine!
    cmq la maggior parte delle volte dicono cose giuste e sanno farsi vedere

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

La Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line è una suv compatta per chi va sempre di corsa ma non per questo manca di praticità. Si parte da 46.000 euro.

L'articolo Prova Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line proviene da RED Live.

Mentre tutti sono sotto l’ombrellone, la Casa varesina presenta le ultime due moto che mancavano all’appello dell’Euro4: le F3 (675 e 800) e la Dragster 800 RR. E con l’occasione…

L'articolo MV Agusta F3 e Dragster 800 RR Euro4 proviene da RED Live.

La fame del colosso indiano Bajaj sembra non avere fine: dopo aver conquistato il 49% del Gruppo KTM, ora punta a un noto Marchio inglese. Nasce così la partnership (commerciale) Triumph e Bajaj

L'articolo Triumph e Bajaj, insieme per le piccole proviene da RED Live.

Black Jack, come il gioco d’azzardo che coinvolge banco e giocatori. In questo caso, però, il ruolo del casinò viene interpretato dalla Opel e l’oggetto del desiderio non è il classico “21”, bensì la city car Adam in edizione speciale. L’inedito allestimento Black Jack, che esalta l’inclinazione alla personalizzazione tipica dell’utilitaria tedesca, porta in dote […]

L'articolo Opel Adam Black Jack: scommessa vinta proviene da RED Live.

Dopo il successo ottenuto con la 300, Beta allarga ulteriormente la gamma delle enduro “facili”: ora è il momento della Beta XTrainer 250, moto facile per alcune soluzioni ma comunque capace di grandi cose

L'articolo Beta Xtrainer 250 proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana