Google+

Ecco le foto di Maya, la figlia di Meriam nata in prigione. «Sta bene, ma non è una bimba libera»

maggio 30, 2014 Redazione

Prima immagine della piccola nata martedì nell’ospedale del carcere sudanese. Ma anche lei, come la madre e il fratello, dovrà rimanere in carcere

maya-meriamQuesta è la prima immagine di Maya, figlia di Meriam Ibrahim, la donna sudanese imprigionata e condannata a morte in Sudan per la sua fede.
Antonella Napoli, giornalista e responsabile dell’associazione Italians for Darfur, postando l’immagine (sotto ne vedete una seconda), ha scritto che «Maya è nata martedì, sta bene, ma non è una bimba libera. Come Martin, il fratello che a febbraio è in carcere con la mamma, dovrà rimanere in prigione».

LA SITUAZIONE. Dopo il parto nell’ala ospedaliera del carcere di Omdurman a Khartum, Meriam è tornata in cella. Secondo il Times, che oggi le ha dedicato la prima pagina, la donna in realtà non avrebbe avuto accesso all’ala ospedaliera. Al contrario, le guardie l’avrebbero fatta partorire per terra senza neanche liberarla dalle catene.
Daniel Wani ha potuto incontrare la sua famiglia, ma la sua angoscia rimane immutata per una situazione drammatica. Ad Avvenire, l’uomo ha raccontato che «ogni volta che vado a trovarli non mi danno molto tempo per parlare con Meriam e Martin, il mio primogenito. E poi c’è sempre qualcuno che ci controlla». Meriam «cammina in catene» e «ha avuto anche complicazioni durante la gravidanza, ma non ne conosciamo l’entità perché non è stata visitata da un medico». Però «Meriam è forte, più forte di me. Quando l’hanno condannata io ho cominciato a piangere, mentre lei è rimasta ferma, senza nemmeno trasalire. Anche per questo non rinuncerà mai alla sua fede, come le aveva chiesto invece il giudice. E io non le chiederò mai di farlo pur di vederla libera».

maya-meriam-foto

times-meriam-sudan

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

1 Commenti

  1. domenico b. says:

    Meriam ( e le altre ): un esempio per tanti cristiani che nelle nostre parrocchie fanno a gara per mettersi in prima fila; loro non sono in prima fila, ma sono in prima linea, e riceveranno il giusto premio per la loro testimonianza. Un grazie e una preghiera, anche per I loro familiari.

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download

Tempi Motori – a cura di Red Live

Rialzata, “rinforzata” nel look ma con lo stesso grande comfort di ogni Classe E, la All Terrain entra di forza nel segmento delle Statio Wagon rialzate. Offre tanto spazio e un comfort sontuoso, ma la sua attitudine off road è reale

L'articolo Prova Mercedes E 220 CDi All Terrain proviene da RED Live.

Potenza esagerata, guidabilità di alto livello e un motore capace di stupire per gestibilità ed erogazione. La Panigale V4 apre una nuova era in casa Ducati e lo fa non solo per le prestazioni ma anche per come le “serve” al pilota. Non è solo l’ultima supersportiva Ducati è un cambio di filosofia, che potrebbe piacere a molti

L'articolo Prova Ducati Panigale V4 S proviene da RED Live.

Rifatta da cima a fondo la crossover Subaru ha aumentato le sue capacità off road, migliorando al contempo il comportamento su strada. Più efficace e comoda migliora anche nella qualità percepita degli interni. Solo benzina per i motori Boxer che continuano ad avere un po’ di sete.

L'articolo Prova Subaru XV 2018 proviene da RED Live.

Prodotta in soli 150 esemplari, l'iconica fuoristrada inglese si può ordinare ad un prezzo di partenza di circa 170.000 euro

L'articolo Land Rover Defender Works V8: 405 cv per festeggiare i 70 anni proviene da RED Live.

Il tempo purtroppo passa per tutti e man mano che l’età avanza la nostra cara patente B richiede revisioni più frequenti. Scopriamo assieme passo a passo la procedura da seguire

L'articolo Come rinnovare la patente B proviene da RED Live.

Pasqua in Armenia - iStoria Viaggi