Poco franchi, molto tedeschi

Non c’è da aspettarsi granché dal nuovo asse Parigi-Berlino che dovrebbe prendere per mano il pianeta dopo la “diserzione” di Trump.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Fatti i compiti per settembre

«Non ci spaventa l’idea di elezioni, anche vicine». Dall’Imu ad Atlante passando per l’Ema a Milano, la situazione bancaria e i Pir. Intervista a tutto campo a Fabrizio Pagani, capo segreteria del Mef

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Il populismo è finito in un momento

Ora è il dopo Coblenza, è la rinascita dell’asse franco-tedesco, cuore e perno dell’Unione Europea. Con la prossima vittoria della Merkel, ecco che si compie un cerchio

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Francia. Il nuovo governo conferma le grane di Macron

In sella socialisti, centristi e repubblicani. Per riformare l’economia francese e l’Ue Macron ha bisogno della maggioranza in Parlamento (si vota a giugno) e deve pescare tra tutte le forze politiche

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •