Google+

Siria. Terroristi islamici crocifiggono due uomini a Raqqa sotto gli sguardi dei bambini

aprile 29, 2014 Leone Grotti

L’Isil ha giustiziato sette uomini colpevoli di essersi opposti al califfato islamico. Almeno due di loro sono stati crocifissi, come riportato da un gruppo di attivista della città siriana

siria-isil-raqqa-crocifissioneSette persone sono state uccise oggi a Raqqa dai terroristi islamici dello Stato islamico dell’Iraq e del Levante (Isil). Almeno due di loro sono stati crocifissi in piazza, secondo quanto riportato da un gruppo dissidente interno alla città, vicino all’opposizione siriana, che ha fondato il network “Raqqa viene massacrata silenziosamente”.

I BAMBINI GUARDANO. I sette uomini sono stati accusati di spionaggio, di tentato assassinio dei leader dell’Isil e di aver fatto esplodere una granata. Le immagini diffuse dagli attivisti mostrano chiaramente due diverse persone crocifisse pubblicamente mentre uomini e perfino bambini stanno a guardare.

CALIFFATO ISLAMICO E SHARIA. Da un anno ormai la città siriana è nelle mani degli islamisti, che hanno instaurato un califfato islamico e imposto la sharia a tutti gli abitanti, musulmani e cristiani. In particolare, dopo aver distrutto croci, bruciato Bibbie e fissato il loro quartier generale all’interno di una chiesa, gli islamisti hanno imposto il tributo umiliante ai cristiani, che per mantenere la loro fede devono versare all’emiro 13 grammi d’oro puro.
Anche ai musulmani è stato vietato di fumare e ascoltare la musica e chi non partecipa alla preghiera del venerdì o non porta il velo viene frustato in piazza.

siria-isil-raqqa-crocifissione2PRIMA CROCIFISSIONE. Non è la prima volta che i terroristi crocifiggono un uomo: il primo caso era avvenuto a marzo, quando un uomo è stato appeso a una croce di legno per «aver ucciso e derubato un musulmano». La punizione è stata decisa «in base a quanto prevede la sharia».

ATTIVISTI ARRESTATI. Il gruppo di attivisti che ha rilasciato le immagini delle crocifissioni è nato da poco, secondo quanto riportato dall’Afp, e sta cercando di contrastare l’autorità dei terroristi. Secondo dichiarazioni rilasciate all’agenzia di stampa l’Isil avrebbe rapito nell’ultimo anno per proteste più di mille persone, che sarebbero tuttora rinchiuse in prigioni sconosciute.
«L’Isil vede gli attivisti come una minaccia al loro potere e per questo vuole eliminarli», afferma uno di loro. «Ora che hanno cominciato a diffondere immagini dei loro abusi su internet arrestano chiunque venga trovato a usare Facebook, anche se solo per divertimento».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

9 Commenti

  1. domenico b. says:

    per opporsi all’islam serve sicuramente coraggio, ma noi in Italia possiamo stare tranquilli perchè abbiamo tante signore Mazzucco che non esiteranno ad opporsi quandoi si manifesterà la violenza degli squadristi islamici anche da noi…
    Polemiche a parte, l’articolo desta veramente preoccupazione, a noi resta solo la preghiera, ma dove sono gli organismi che dovrebbero far sentire la propria voce?

    • mif says:

      Verissimo! I nostri intellettuali faranno come con ol discorso di Ratisbona. ANZICHÉ RIFLETTERE SU UNA RELIGIONE CHE HA ANCORA COME PENA LA CROCE, ATTACCHERANNO IL PAPA.

  2. francesco taddei says:

    davanti alla crocifissione si risponde col benaltrismo.

  3. Silvio says:

    Preghiamo per la loro conversione.

  4. Francesco says:

    La violenza della religione islamica affonda le sue radici direttamente nel Corano, che, a differenza della Bibbia, non può essere interpretato e contestualizzato storicamente, in quando direttamente il verbo di Allah:

    «In verita’, coloro che avranno rifiutato la fede ai nostri segni li faremo ardere in un fuoco e non appena la loro pelle sara’ cotta dalla fiamma la cambieremo in altra pelle, a che meglio gustino il tormento, perché Allah e’ potente e saggio» (Sura 4:56).

    “La ricompensa di coloro che fanno la guerra ad Allah e al Suo Messaggero e che seminano la corruzione sulla terra e’ che siano uccisi o CROCIFISSI, che siano loro tagliate la mano e la gamba da lati opposti o che siano esiliati sulla terra: ecco l’ignominia che li tocchera’ in questa vita; nell’altra vita avranno castigo immenso” (Sura 5;33)

    “Uccidete gli infedeli ovunque li incontriate. Questa e’ la ricompensa dei miscredenti.” (Sura 2:191)

    “Vi e’ stato ordinato di combattere, anche se non lo gradite. E’ possibile che abbiate avversione per qualcosa che invece e’ un bene per voi, e può darsi che amiate una cosa che invece vi e’ nociva. Allah sa e voi non sapete. ” (Sura 2:216).

    «Instillerò il mio terrore nel cuore degli infedeli; colpiteli sul collo e recidete loro la punta delle dita… I miscredenti avranno il castigo del Fuoco! … Non siete certo voi che li avete uccisi: e’ Allah che li ha uccisi» (Sura 8:12-17).

    «Profeta, incita i credenti alla lotta. Venti di voi, pazienti, ne domineranno duecento e cento di voi avranno il sopravvento su mille miscredenti» (Sura 8:65).

    ecc.

    • beppe says:

      e poi c’è ancora qualcuno che accusa il cristianesimo di essere violento. i cristiani sono stati violenti IN SPREGIO E CONTRO IL VANGELO. l’islam è violento IN QUANTO ASSOLUTAMENTE FEDELE AL CORANO.

  5. danko says:

    assad dicono che e un dittatore e usa bombe chimiche i rivoluzionari ammazzano e impiccano la gente
    ma non lo avete capito che sono la stessa razza!! LASCIATE CHE SI SCANNANO TRA DI LORO
    con certa gente non bisogna avere rapporti di ogni genere. O A BRUCIAMOLI TUTTI!!!!! E ALLA FINE SIAMO PEGGIO DI LORO.

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Banco alimentare

Tempi Motori – a cura di Red Live

In quattro anni se ne possono preparare tante di novità e i ragazzi californiani non si sono certo risparmiati. A partire dal telaio, che dalla lega di alluminio è passato alla fibra di carbonio, nello specifico UHC Advanced con specifiche Felt, per poter meglio distribuire rigidezza e flex nei punti giusti. NUOVO TELAIO  La fibra […]

L'articolo Felt Compulsion m.y. 2018 proviene da RED Live.

Ispirata dalle moto café racer (e non solo), questa edizione limitata vuole segnare un'epoca. Con una personalizzazione originale e stilosa, sia fuori sia dentro l'abitacolo

L'articolo DS 3 Café Racer, quando la DS suona il rock proviene da RED Live.

Ride the revolution, questo il claim della nuova Yamaha Niken. Un claim che abbiamo sperimentato di persona lungo i 280 km di curve austriache di questo test. Tante curve, tante situazioni meteo differenti per scoprire una moto "normale" che fa cose eccezionali.

L'articolo Prova Yamaha Niken <br> la “carver bike” proviene da RED Live.

Pronto per la seconda metà del 2018, questo sistema promette di ridurre emissioni e consumi e arriverà su molti modelli del costruttore coreano. A cominciare dalla SUV compatta con motore a gasolio. Perché il diesel è tutt'altro che morto...

L'articolo Kia, arriva il Mild-Hybrid sul Diesel proviene da RED Live.

La terza generazione della Volkswagen Touareg si butta nella mischia dei SUV premium forte di numerosi accessori hi-tech. Disponibile per ora solo con motore 3.0 V6 TDI, ha prezzi che partono da 61.000 euro

L'articolo Prova Volkswagen Touareg 2018 proviene da RED Live.