Google+

Siria: terroristi islamici bruciano due chiese, abbattono una croce e la sostituiscono con la bandiera del jihad

settembre 27, 2013 Leone Grotti

Lo Stato islamico dell’Iraq e del Levante ha bruciato due chiese cattoliche a Raqqa, città trasformata a marzo in un emirato islamico dove vige la sharia

Due chiese sono state attaccate ieri in Siria da un gruppo jihadista legato ad al-Qaeda nella città di Raqqa, riporta l’Osservatorio siriano per i diritti umani.

DUE CHIESE BRUCIATE. I guerriglieri dello Stato islamico dell’Iraq e del Levante (Isil) sono entrati nella chiesa greco-cattolica di Nostra signora dell’Annunciazione e hanno bruciato tutti i paramenti religiosi. La stessa cosa hanno fatto nella chiesa cattolico-armena dei martiri, dove hanno anche distrutto la croce che si stagliava sopra la torre e l’hanno rimpiazzata con la loro bandiera che inneggia al jihad.

RAQQA È UN EMIRATO. La città di Raqqa è diventata un emirato islamico nel marzo scorso, quando i ribelli dell’Isil l’hanno conquistata. Ora gli abitanti devono rispettare una visione rigida della sharia, che prevede punizioni corporali per i crimini più comuni.

RIBELLI DIVENTANO JIHADISTI. L’opposizione siriana al regime di Bashar al-Assad è sempre più dominata dai terroristi islamici. Il Free Syrian Army ormai è quasi scomparso sul terreno e tutte le offensive più importanti vengono fatte dagli jihadisti legati ad al-Qaeda.
Inoltre, è di pochi giorni fa la notizia che 13 gruppi di ribelli cosiddetti moderati hanno abbandonato la Coalizione nazionale siriana, appoggiata da Arabia Saudita, Qatar e Occidente, per unirsi ai terroristi islamici al grido di «Vogliamo la sharia» e non un futuro democratico per il paese. Tra questi gruppi non ci sono solo al-Nusra e Isil, già legati ad al-Qaeda, ma anche due delle principali fazioni ribelli, oltre ad altre minori.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

1 Commenti

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Banco alimentare

Tempi Motori – a cura di Red Live

In quattro anni se ne possono preparare tante di novità e i ragazzi californiani non si sono certo risparmiati. A partire dal telaio, che dalla lega di alluminio è passato alla fibra di carbonio, nello specifico UHC Advanced con specifiche Felt, per poter meglio distribuire rigidezza e flex nei punti giusti. NUOVO TELAIO  La fibra […]

L'articolo Felt Compulsion m.y. 2018 proviene da RED Live.

Ispirata dalle moto café racer (e non solo), questa edizione limitata vuole segnare un'epoca. Con una personalizzazione originale e stilosa, sia fuori sia dentro l'abitacolo

L'articolo DS 3 Café Racer, quando la DS suona il rock proviene da RED Live.

Ride the revolution, questo il claim della nuova Yamaha Niken. Un claim che abbiamo sperimentato di persona lungo i 280 km di curve austriache di questo test. Tante curve, tante situazioni meteo differenti per scoprire una moto "normale" che fa cose eccezionali.

L'articolo Prova Yamaha Niken <br> la “carver bike” proviene da RED Live.

Pronto per la seconda metà del 2018, questo sistema promette di ridurre emissioni e consumi e arriverà su molti modelli del costruttore coreano. A cominciare dalla SUV compatta con motore a gasolio. Perché il diesel è tutt'altro che morto...

L'articolo Kia, arriva il Mild-Hybrid sul Diesel proviene da RED Live.

La terza generazione della Volkswagen Touareg si butta nella mischia dei SUV premium forte di numerosi accessori hi-tech. Disponibile per ora solo con motore 3.0 V6 TDI, ha prezzi che partono da 61.000 euro

L'articolo Prova Volkswagen Touareg 2018 proviene da RED Live.