Siria. Ribelli jihadisti attaccano autobus civili fuori da Aleppo: molti cristiani tra i feriti

Gli autobus che trasportavano i cristiani, insieme ad altri civili, sono stati attaccati a colpi di mitragliatrice. Molti di loro sono stati feriti, alcuni gravemente

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Decine di cristiani sono stati attaccati ieri, su una strada civile, mentre cercavano di uscire dalla città di Aleppo, la seconda più importante della Siria, da un commando dei ribelli jihadisti di al-Nusra. Gli autobus che trasportavano i cristiani, insieme ad altri civili, sono stati attaccati a colpi di mitragliatrice. Molti di loro sono stati feriti, alcuni gravemente.

ALEPPO ALLA FAME. La notizia è stata riportata dal blog Le Veilleur de Ninive, confermata da un video e da fonti nella regione. La città di Aleppo è da settimane in una situazione drammatica, divisa tra l’est islamista trasformato in califfato e l’ovest sotto il controllo del governo. Da un mese i ribelli sono riusciti a bloccare tutte le vie di accesso ad Aleppo ovest, dove ormai manca tutto, anche il pane e l’acqua, come testimoniato in modo drammatico a tempi.it da frere Georges e da un cristiano di Aleppo ovest.

ARMI AI RIBELLI. Nel video, che mostra l’attacco agli autobus, si sentono le voci degli islamisti legati ad al-Qaeda di al-Nusra che attaccano i civili al grido di “Allahu Akbar”. Al contrario di quanto ipotizzato due settimane fa, seppur con riserve, gli Stati Uniti hanno deciso di armare i ribelli in Siria. Una decisione controversa, visto che le armi potrebbero finire nelle mani dei ribelli jihadisti, che da mesi hanno cominciato ad attaccare anche le brigate ribelli dell’Esercito libero siriano.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •