Google+

Si apre uno spiraglio per Vincent Lambert, l’uomo che la Francia vuol lasciar morire di fame e sete

agosto 25, 2014 Benedetta Frigerio

Il medico dell’uomo sarà trasferito. L’avvocato: «Anche se il sostituto fosse d’accordo con il dottore precedente, occorrerà ricominciare la battaglia legale»

francia-vincent-lambert-madre-eutanasiaSi è aperta un’inaspettata via d’uscita per Vincent Lambert, il 38enne tetraplegico e cerebroleso francese che come Terry Schiavo, in seguito a una battaglia legale tra i medici e i suoi familiari, lo scorso giugno sembrava ormai condannato a morte, dopo che il Consiglio di Stato aveva dato il via libera alla sospensione dell’alimentazione e dell’idratazione. L’alto tribunale amministrativo, nonostante le prove sullo stato di salute dell’uomo, aveva emesso un verdetto contrario a quelli di tutte le corti inferiori, che avevano dichiarato illegittima la decisione di privarlo di cibo e acqua al fine di «lasciarlo morire».

GRAZIE A UN INGHIPPO. Si è saputo però che Eric Kariger, il medico che ha lottato contro i genitori di Lambert, contrari a privare il figlio del cibo e dell’acqua, dovrà lasciare l’ospedale di Reims in cui l’uomo è ricoverato dal 2009. Per questo, come ha spiegato l’avvocato della famiglia, Jérome Triomphe, se anche il medico che sostituirà Kariger fosse d’accordo con lui, ciò non sarà sufficiente ad applicare la sentenza. Per proseguire sarebbe necessario ingaggiare una nuova battaglia legale: «La legge – ha dichiarato venerdì scorso l’avvocato – rende Kariger responsabile esclusivamente e personalmente della decisione sul fine vita del suo paziente. È una responsabilità morale, certamente, ma è anche una responsabilità giuridica personale che non può essere assunta da qualsiasi altra persona».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download

Tempi Motori – a cura di Red Live

Ride the revolution, questo il claim della nuova Yamaha Niken. Un claim che abbiamo sperimentato di persona lungo i 280 km di curve austriache di questo test. Tante curve, tante situazioni meteo differenti per scoprire una moto "normale" che fa cose eccezionali.

L'articolo Prova Yamaha Niken <br> la “carver bike” proviene da RED Live.

Pronto per la seconda metà del 2018, questo sistema promette di ridurre emissioni e consumi e arriverà su molti modelli del costruttore coreano. A cominciare dalla SUV compatta con motore a gasolio. Perché il diesel è tutt'altro che morto...

L'articolo Kia, arriva il Mild-Hybrid sul Diesel proviene da RED Live.

La terza generazione della Volkswagen Touareg si butta nella mischia dei SUV premium forte di numerosi accessori hi-tech. Disponibile per ora solo con motore 3.0 V6 TDI, ha prezzi che partono da 61.000 euro

L'articolo Prova Volkswagen Touareg 2018 proviene da RED Live.

Si chiamano Sport Edition e Sport Edition2 le due nuove versioni della Renault Captur che la Casa francese ha presentato a Roma – presso la Fondazione Exclusiva del rione Testaccio – il 14 maggio. La data non è casuale, e coincide con l’apertura delle prenotazioni dell’edizione rivista in alcuni dettagli e arricchita di una delle […]

L'articolo Renault Captur: ora è Sport Edition, e anche “al quadrato” proviene da RED Live.

Momodesign continua a rinnovare la sua gamma di prodotti incentrata sui caschi, che sono diventati negli anni un acquisto irrinunciabile per scooteristi e motociclisti attenti alle tendenze e allo stile. Il nuovo jet open face fa intuire fin dal nome la sua vocazione: interpretare la contemporaneità del design con linee decise, che mantengono comunque assoluta […]

L'articolo Momodesign Blade Urban Wonder proviene da RED Live.