Progettava attacchi jihadisti in Italia col gruppo Sharia4. Arrestato marocchino nel Bresciano

Un giovane ventenne è stato arrestato dalla polizia. Su internet traduceva documenti inneggianti alla guerra santa e al martirio

Arrestato dalla Polizia di Brescia un marocchino di 21 anni residente a Vobarno. Il ragazzo, che fra pochi giorni avrebbe dovuto sostenere l’esame di maturità, è accusato di addestramento con finalità di terrorismo internazionale e di incitamento alla discriminazione e alla violenza per motivi razziali, etnici e religiosi.
Secondo la polizia, il giovane  – sotto osservazione da tempo – stava progettando attacchi ad alcuni obiettivi italiani. Faceva parte di un gruppo denominato Sharia4, movimento nato in Belgio nel 2010 e di chiara ispirazione jihadista. Anas El Abboubi, questo il suo nome, aveva creato un blog (Sharia4Italy) in cui scriveva frasi inquietanti come «voglio lasciare questo messaggio ai posteri» e traduzioni di documenti inneggianti la guerra santa e al martirio.

L’antiterrorismo, che ha perquisito oltre alla sua abitazione anche quelle di altri quattro sospetti marocchini tra Brescia e Pordenone, ha ritenuto di procedere all’arresto, essendo stato superato il livello di guardia, come spiegato dal procuratore aggiunto di Brescia, Fabio Salamone. Le forze dell’ordine sospettano che fra i suoi obiettivi vi fossero la stazione ferroviaria, la caserma Goito e il Cavalcavia Kennedy, tutti a Brescia.
A metà maggio, sempre a Brescia, è stato arrestato un altro marocchino, condannato in primo grado davanti al Gup a 5 anni e 4 mesi. Anche lui è accusato di avere contatti con gruppi terroristici.