Google+

«La verità è una relazione»? Datemi retta, quel Papa Francesco ne sa una più di me, scrive il diavolo

settembre 23, 2013 Berlicche

La lettera di Bergoglio a Repubblica rovina i piani di Berlicche: se l’assoluto si fa i fatti suoi, gli uomini possono farsi i loro. La novità del cristianesimo non è lo spirito, l’eterno. È la carne, la storia

Mio caro Malacoda, sinceramente, per quanto possa essere sincero un diavolo, non capisco lo scandalo sulla “rivelazione” di papa Francesco che la verità non è “assoluta”. Certo l’ha detto («io non parlerei, nemmeno per chi crede, di verità “assoluta”») ma con ciò non ha affermato che sia “relativa”, ha confermato una cosa affatto diversa: che è in “relazione”. L’assoluto che entra in relazione non cambia la propria natura, cambia il mondo. Il tranello è linguistico, ma Francesco non è un ingenuo e avvisa il suo interlocutore: non pensare di usarmi pro domo tua, «bisogna intendersi bene sui termini», dire che «la verità è una relazione… non significa che la verità sia variabile e soggettiva, tutt’altro». A scanso di equivoci (ma l’equivoco è di chi equivoca) precisa: «Dio non è un’idea, sia pure altissima, frutto del pensiero dell’uomo. Dio è realtà con la “R” maiuscola… non dipende dal nostro pensiero».

Fosse per noi, il nostro pensiero, la nostra scarsa immaginazione di uomini – lascia intendere il Papa – Dio sarebbe rimasto “assoluto”, slegato, irraggiungibile. Si è invece preoccupato di noi, ha voluto farsi i fatti nostri, si è immischiato con la carne e il sangue della storia.

Ed è proprio questo che rovina i piani del diavolo: se l’assoluto si fa i fatti suoi, gli uomini possono farsi i loro, e noi possiamo farci su gli uomini. La novità del cristianesimo non è lo spirito, l’eterno. La novità del cristianesimo è la carne, la storia. L’opera di Dio è decisamente materiale fin dall’inizio (ha fatto le cose), solo quella del diavolo è interamente spirituale. Lo scrisse Chesterton a inizio del Novecento, e purtroppo per noi non è rimasta un’intuizione isolata.

Due secoli di presunto materialismo avevano portato il mondo a considerare Dio un’opzione spiritualistica, pia, sentimentale, disincarnata; e i cristiani che si occupavano di cose terrene come la politica, l’economia, la vita sociale come dei traditori della purezza del messaggio: pensassero all’anima, dicevano gli intellettuali engagé mentre teorizzavano che l’anima non esiste.

Poi – per quegli scherzi che la storia ci riserva quando pensiamo di averla ben indirizzata dove vogliamo noi – qualcuno rimise insieme i pezzi, e rifece delle due (il cielo e la terra, l’anima e il corpo, l’eterno e la storia, l’assoluto e il contingente) una cosa sola. Successe in un piccolo paese della Brianza: «La scuola di Venegono aveva superato la teologia scolastica delle astratte formulazioni sistematiche che faceva apparire la fede cristiana come un sistema di pensiero; ora invece erano le categorie di avvenimento e di incontro a costituire la base della riflessione. La fede cristiana non ha origine in evidenze teoretiche, ma in un avvenimento: la storia di Gesù Cristo; questo avvenimento diventa incontro e nell’incontro si dischiude la verità… è qui centrale la categoria di storia… l’idea di persona… e la razionalità diventa in modo nuovo una delle determinazioni essenziali della fede». Chi è il “relativista” che scrive così? Quel teorico assolutista dei princìpi non negoziabili di nome Joseph Ratzinger.

Riprenditi, è lo stesso che chiede di “allargare la ragione”. Anche oltre gli schemi di assoluto e relativo. Per noi è dura.

Tuo affezionatissimo zio Berlicche

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

1 Commenti

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Banco alimentare

Tempi Motori – a cura di Red Live

Il model year 2019 della roadster jap aggiunge 24 cv al 2 litri benzina e una serie di novità nella sicurezza. Per una roadster ancora più "jinba ittai"

L'articolo Mazda MX-5 2019, più cavalli e sicurezza proviene da RED Live.

Lanciata dal marchio inglese Oxford la linea Mint, dal caratteristico profumo di menta, comprende prodotti per la pulizia e la manutenzione dei veicoli a due ruote

L'articolo Gamma Oxford Mint Cleaning proviene da RED Live.

215 cv, 10 kg in meno e il debutto delle alette aerodinamiche. Questa versione speciale della RSV4 RF allestita con pezzi di Aprilia Racing di carne al fuoco ne mette davvero tanta. E noi ce la siamo gustata dal primo all’ultimo boccone. Al Mugello, dove le ali servono davvero.

L'articolo Prova Aprilia RSV4 RF FW 2018 proviene da RED Live.

Diventate capienti come le familiari grandi di qualche anno fa, le SW medie stanno vivendo una seconda giovinezza. Così come la Peugeot 308 SW GT Line, che ora si aggiorna nella tecnologia e diventa ancora più “connessa”. Schermo generoso e Mirror Screen La succosa novità della Peugeot 308 SW GT Line è la presenza di […]

L'articolo Peugeot 308 SW GT Line, <BR> adesso “parla” con lo smartphone proviene da RED Live.

La Casa di Noale propone due motorette brillanti ed economiche: sono le Aprilia RX e SX 125, una enduro, l’altra motard, entrambe vendute a 4.020 euro.

L'articolo Prova Aprilia RX e SX 125, per i nuovi 16enni proviene da RED Live.