Riassetti in casa Moratti: l’Inter continuerà ad essere solo di Massimo (Thohir permettendo)

Si scioglie la Angela Moratti Sapa, ma nulla cambierà in Saras. La squadra continuerà a essere nelle mani del presidente del triplete

Il patrimonio della dinastia Moratti si divide in due. I fratelli Gian Marco e Massimo, figli dello storico petroliere Angelo, giunti all’età di 77 e 68 anni hanno deciso di ridisegnare il patrimonio familiare nella prospettiva dei nuovi assetti ereditari.

DUE NUOVE SOCIETA’. La famiglia Moratti, famosa per la passione calcistica e l’attività petrolifera, andrà a scindere l’accomandita di famiglia Angelo Moratti sapa che detiene il 50 per cento della Saras. Si creeranno due diverse società che faranno capo ai due rami della famiglia. L’operazione riguarderà solo l’accomandita, mentre per Saras non cambierà nulla, infatti tra le due società di nuova costituzione verrà sottoscritto un patto parasociale con a tema l’intrasferibilità a terzi delle partecipazioni.

L’AMATA DI MASSIMO MORATTI. Per quanto concerne l’Inter, la società sportiva continuerà ad essere in capo solo a Massimo Moratti con la sua partecipazione in Internazionale holding: il resto della famiglia non ha e non avrà nessun legame con la gestione della squadra. Aspettando Thohir, ovviamente.