Io amo L’Italia, inaugurata a Milano la nuova sede nazionale

Nella sede opereranno anche le associazioni «Aiuto agli italiani», «Centro per la riforma etica delle istituzioni» e «Vincere la paura» che si occuperanno dei problemi concreti dei cittadini e contribuiranno a dare delle soluzioni esaurienti.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

È stata inaugurata ieri  a Milano la sede nazionale del movimento politico Io amo L’Italia, presieduto dall’europarlamentare Magdi Cristiano Allam.
Nella sede opereranno anche le associazioni «Aiuto agli italiani», «Centro per la riforma etica delle istituzioni» e «Vincere la paura» che si occuperanno dei problemi concreti dei cittadini e contribuiranno a dare delle soluzioni esaurienti.
Durante la presentazione Magdi Cristiano Allam ha sostenuto che Io amo l’Italia ambisce a presentarsi alle prossime elezioni politiche nel 2013 insieme ad altri soggetti politici che condividono gli stessi valori e perseguono il medesimo traguardo, «quale autentica alternativa a questa cultura e a questa classe politica che ha mercificato il potere e governa in modo consociativo».

La proposta politica è incentrata nel confronto con le due principali sfide e minacce alla nostra civiltà laica e liberale: la dittatura finanziaria e la dittatura del relativismo. Io amo l’Italia promuove il riscatto della sovranità monetaria considerata indispensabile per salvaguardare la sovranità nazionale: «Noi ci opponiamo alla prospettiva di un Italia ridotta ad appendice di un super-Stato europeo dove un super-ministro delle Finanze, probabilmente tedesco imporrà la politica di bilancio della finanza e dell’economia dei Paesi che aderiscono all’euro».

Io amo l’Italia è a favore di uno Stato federale che mette al centro la persona, la famiglia naturale e la comunità territoriale, depositarie di identità e tradizione che vanno rispettate e valorizzate in un modello di sviluppo che mette al centro i micro, piccoli e medi imprenditori investendo nei settori d’eccellenza che valorizzano la specificità dell’Italia a partire dal turismo.
L’eurodeputato chiede la costituzione del Ministero dell’Identità, Cittadinanza, Integrazione e Cooperazione internazionale per regolamentare l’accoglienza degli immigrati senza sprofondare nell’ideologia del multiculturalismo auspicando una riforma del sistema della comunicazione fondata sulla garanzia di un’informazione corretta e sul diritto di fruire di un’informazione responsabile.
Infine, Io amo l’Italia ha annunciato due iniziative: «Salviamo i cristiani» e «Viva Israele» a difesa del diritto alla vita, alla dignità e alla libertà dei cristiani che oggi sono i più perseguitati nel mondo, e a sostegno in modo incondizionato del diritto di Israele all’esistenza come Stato del popolo ebraico.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •