Grillo ironico su papa Francesco: «È diventato qualunquista e populista»

Il comico genovese si ispira a un celebre successo di Gaber per lanciare accuse a destra e sinistra e al ministro Josefa Idem: «Portare al governo una canoista è da scemi»). Si salva solo il Movimento 5 Stelle, che è «sopra e oltre e parla agli italiani»

Ci è voluta una reinterpretazione della canzone Destra sinistra di Gaber perché Beppe Grillo riuscisse a emettere le sue sentenze su tutto l’arco politico italiano. L’ironia si esercita anche sul pontefice che Grillo “arruola” riversandogli ironicamente le etichette che vengono spesso riservate a lui e al Movimento: «è diventato qualunquista e pure un po’ populista». È questo infatti uno dei passaggi della rivisitazione del celebre capolavoro di Giorgio Gaber pubblicata oggi dal comico genovese sul suo blog.

ABBASSO LA CANOISTA. Il fondatore del Movimento 5 stelle castiga tutti i vizi italiani, grosso modo a suo parere equamente divisi tra destra e sinistra: «Gridare Forza Italia alle partite di pallone ha un gusto un po’ di destra ma portare una canoista al governo, un po’ tedesca, è da scemi più che di sinistra». E dopo l’attacco al ministro Josefa Idem, la canoista, appunto, arriva il Grillo pensiero sulla Tav «un segno di sinistra con i manganelli e i fumogeni sono andati verso destra». «I matrimoni omosessuali sono una bandiera di sinistra le puttane a pagamento sono più che mai di destra».

IL PAPA QUALUNQUISTA. «Anche il Papa ultimamente – scrive ancora Grillo – è diventato qualunquista e un po’ populista, dice di pensare agli ultimi e non alle banche che siano di destra o di sinistra». Si salva, ovviamente, solo il Movimento 5 Stelle: «L’ideologia, l’ideologia non credo ancora che ci sia è un paravento per fottere la gente. Il Movimento è sopra e oltre e parla agli italiani, non ai piddini o ai berlusconiani».