Google+

Dopo Conte ce ne voleva uno uguale, che divorava il cranio ai giocatori

ottobre 20, 2017 Fred Perri

Per l’Italia del calcio, dopo un ruvido, ci vuole un ruvido. Dopo Conte ce ne voleva uno uguale, che a colazione divorava il cranio ai giocatori.

conte ansa

Articolo tratto dal numero di Tempi in edicola (vai alla pagina degli abbonamenti) – Questo simpatico paese ha in odio il conducente, da quello del bus a quello dello Stato. Il ruolo del conducator è sempre circondato da un misto di disprezzo e di invidia. Se poi vuole procedere senza mollare un pezzetto a uno e un pezzetto all’altro, insomma se è uno che va per la sua strada, senza concessioni al buonismo, al politicamente corretto e senza scodinzolare dietro ai soliti noti dei giornali e delle tv, ecco che scatta la “sindrome del balcone”. Anche quelli che non hanno mai saputo, o visto un filmato, di Benito Mussolini al balcone di Palazzo Venezia, sono ossessionati dall’uomo forte.

Mamma mia, il regime! I “tiradritto” della politica sono finiti al centro del bersaglio, da Craxi, passando per Berlusconi sino a Renzi. Non dico che fossero fenomeni, però appena hanno provato a governare sul serio, nel bene e nel male, sono finiti aschifio. Poi, secondo copione, dopo un ruvido, tipo Renzi, ecco un gentile, tipo Gentiloni.

Dove voglio arrivare? Alla Nazionale. Per l’Italia del calcio, al contrario, dopo un ruvido, ci vuole un ruvido. Dopo Conte ce ne voleva uno uguale, che a colazione divorava il cranio ai giocatori. Non Ventura, con quella faccia un po’ così, da fatalista, di chi è nato a Genova. Un padre di famiglia, non certo un tecnico assatanato. Allora abbiamo bisogno dell’uomo forte? No, compagni e amici, ma almeno di uno che ci prenda a calci in culo, sì

Foto Ansa

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download

Tempi Motori – a cura di Red Live

Sinuosa, sensuale, e con l’allure di chi ama farsi notare la E 220 Coupè CDi è sportiva più nell’aspetto che nella guida. Ottimo (e poco assetato) il motore, grande spazio e comfort per gli occupanti

L'articolo Prova Mercedes E 220 CDi Coupè proviene da RED Live.

La seconda generazione della naked Yamaha MT-07 costa 6.790 euro f.c. ed è cambiata nella forma e (in parte) nella sostanza. Per continuare una storia di successo

L'articolo Prova Yamaha MT-07 my 2018 proviene da RED Live.

I primi dati e le foto ufficiali della wagon svedese. Che mira a diventare il nuovo punto di riferimento fra le familiari medie di lusso. Con un design senza fronzoli e tanta sicurezza. A Ginevra ne sapremo ancora di più

L'articolo Nuova Volvo V60 – la station che seduce proviene da RED Live.

Carburante artico e additivi specifici: ecco le soluzioni per scongiurare la formazione dei cristalli di paraffina ed evitare il congelamento del gasolio nelle giornate di grande gelo. Aggiungere benzina nel serbatoio? Una trovata ottima per cambiare motore!

L'articolo Come evitare il congelamento del gasolio proviene da RED Live.

Passano gli anni ma il tre cilindri della Triumph Speed Triple rimane una delle moto da bar tra le più gustose. Ha coppia e cavalli giusti, non è una moto rapida, ma ha un bell'avantreno e una ciclistica sportiva: 13.850 euro la S e 15.950 euro la RS

L'articolo Prova Triumph Speed Triple 1050 RS proviene da RED Live.

Pasqua in Armenia - iStoria Viaggi