ll lento declino dell’impero di Pierre Dukan

Kate, Pippa e Carole Middleton sono diventate testimonial occulte della dieta di Pierre Dukan. Nel giro di poco tempo tutti volevano provare il regime alimentare “miracoloso” del dietologo francese, nonostante molti medici sostenessero la sua pericolosità per l’organismo. Un sovraccarico di proteine che ha voluto sopportare perfino il presidente francese Hollande, per apparire in forma durante la campagna elettorale.

IN AULA. Più di 11 milioni di copie in tutto il mondo, tradotto in 14 lingue, la dieta Dukan è diventato un fenomeno di massa. Oltre al libro, è possibile acquistare i prodotti dietetici, e tutto questo giro di vendite ha portato l’azienda a un fatturato di 33 milioni di euro. Dopo aver raggiunto l’apice del successo, l’impero del dietologo sta lentamente scendendo di interesse. La discesa è cominciata quando l’ordine dei medici francesi l’ha censurato dicendo che aveva violato norme etiche per aver prescritto un derivato dell’anfetamina per far dimagrire le sue clienti, che in passato aveva provocato la morte di 1800 persone nel paese. Da qui un divieto di praticare per 8 giorni e una multa da 5 mila euro, ma lui nega di aver compiuto illeciti.

RIPRENDERE PESO. Nel frattempo è saltata fuori la storia di una paziente, che era andata da Dukan nel 1971, e aveva preso le stesse anfetamine che prescrive oggi. Il risultato è che la paziente si è ritrovata con un problema a una valvola cardiaca, ma solo ultimamente gli studi medici hanno permesso di risalire alla causa. Oltre a queste faccende legali, ci sono molti malumori anche tra coloro che hanno portato a termine il regime alimentare. Un sondaggio tra 5 mila francesi dukaniani ha dimostrato che il 35 per cento di loro riprende peso entro un anno, e l’80 per cento lo rimette su entro quattro anni.