Da una rockstar dei fornelli

hotel-krizman-monrupino-foto-tommaso-farina-1

Pubblichiamo la rubrica di Tommaso Farina contenuta nel numero di Tempi in edicola (vai alla pagina degli abbonamenti)

«Vorrei dirvi: sono nato in carso». Così Scipio Slataper iniziava la sua autobiografia romanzata, intitolata appunto Il mio Carso. Il nome del Carso, dall’autore, in questo caso è scritto con la lettera minuscola: per Slataper, “Carso” era un nome comune.

Muovendosi nel Carso triestino, coi cartelli bilingui in italiano e in sloveno, qualcosa della prosa di Slataper salta alla mente: un contesto boschivo, rurale, semplice. Il tutto, irraggiato da una cucina che fa la gioia di ogni viaggiatore goloso.

Proprio qui, a Monrupino, anzi a Repen, come si dice in sloveno, Elvis Guštin è la rockstar dei fornelli. È lui a mandare avanti, con sua sorella Tiziana, l’Hotel Križman: un albergo con ristoro che esiste addirittura dal 1906. Elvis è discendente della famiglia Križman capostipite, e vi nutrirà con grande amore e perizia, proponendo una carta di specialità carsoline e triestine in questo ambiente grande e annoso oppure, ancora meglio, sotto i fronzuti ippocastani del cortile.

L’antipasto è per il prosciutto del Carso a coltello; le tortine di verdure di stagione; l’insalata di pollo cotta a bassa temperatura; la ben stagionata lonza di maiale accompagnata da un gelato di kren, omaggio al condimento nazionale triestino.

hotel-krizman-monrupino-foto-tommaso-farina-2Avanti poi coi garganelli con asparagi e pancetta; i “blekj” (maltagliati parenti dei friulani “blecs”) con zucchine e pomodori; gli gnocchi di albicocche, austroungarici quanto mai; il golosissimo strucolo, ossia un rotolo di ricotta e spinaci che è corposo e leggero al tempo stesso.

Impossibile non proseguire con secondi “di corpo”, come il filetto di maiale con miele e cren; il brasato al Terrano; il pollo fritto. Il tutto, affiancato dai kipfel o dalle mitiche patate in tecia.

Dolce la chiusura con la “ghibaniza” di ricotta, mele e noci.

Elvis è appassionato di vini: non mancano le bottiglie del Carso, servite anche a calice singolo e a prezzi minimi. Come lo è il conto: 30 euro. A esagerare, arrivate a 35 senza vino. Evviva il Carso, evviva Trieste.

@farinatommaso

Per informazioni
Hotel Križman
www.hotelkrizman.eu
Loc. Repen, 76 – Monrupino (Trieste)
Tel. 040.327115
Chiuso lunedì a pranzo e tutto il martedì

Contenuti correlati

Video

Lettere al direttore

Foto

Welcome Back!

Login to your account below

Create New Account!

Fill the forms bellow to register

Retrieve your password

Please enter your username or email address to reset your password.

Add New Playlist