Berlusconi: «Abbiamo detto sì alla manovra di Monti perché è il male minore»

Il Cavaliere a tutto campo sulla manovra appena approvata al Senato: «I prossimi provvedimenti andranno discussi». Sulla Lega: «Loro fanno opposizione e si divertono molto». Crede ancora in un riavvicinamento con l’Udc e commenta favorevolmente (o con una punta di perfidia?) il probabile arrivo di Montezemolo. Poi saluta il giudice De Pasquale: «È Natale e io sono buono»

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

«Nella mia vita non credo di aver fatto grandi errori tranne quello di entrare in politica», alla domanda di un cronista ha risposto così, con una battuta, l’ex presidente del Consiglio Silvio Berlusconi. L’ex premier, al termine dell’udienza del processo Mills si è intrattenuto con i giornalisti, rilasciando alcune significative dichiarazioni. «L’unica colpa che mi rimprovero – ha aggiunto – è di non essere riuscito a convincere gli italiani a darmi la fiducia per cambiare le cose in questo paese. Non ci sono riuscito, e sono stato costretto a trattare su tutto».

Oggi è stato approvato al Senato in via definitiva la manovra salva-Italia (257 sì, 24 in meno rispetto a novembre) e Berlusconi ha specificato che il suo partito «non ne condivide molte parti», ma è stato «il male minore per evitare la caduta del governo che sarebbe stata esiziale. Abbiamo detto a Monti che i prossimi provvedimenti devono essere discussi prima con la maggioranza che sostiene il governo, come dimostrato dalla compattezza con cui i senatori Pdl hanno votato la manovra».

Per quanto riguarda le future alleanze, Berlusconi ha detto che «la Lega è tornata quella di qualche anno fa, fa opposizione e si diverte anche molto». Non ha chiuso le porte a un riavvicinamento: «Sarebbe puro masochismo non arrivare ad una alleanza nel centrodestra e ragioneremo insieme». 
Mentre sull’Udc si è detto convinto che «o rientra nel centrodestra o corre da solo alle prossime elezioni». Il partito di Casini rappresenta «un tema importante per il centrodestra, i suoi elettori sono moderati e cattolici, in Europa sta con noi nel Partito Popolare europeo».
Una battuta anche su Luca Cordero di Montezemolo che ha parlato in questi giorni di una sua eventuale discesa in campo: «Più persone arrivano dal mondo del lavoro, meglio è».

Berlusconi, visibilmente soddisfatto per le parole oggi pronunciate dall’avvocato Mills, prima di lasciare il tribunale di Milano, ha salutato il sostituto procuratore Fabio De Pasquale, facendogli gli auguri per le feste. «Ho fatto gli auguri al pm. È Natale e io sono buono».

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •