Amici in quarantena, iniziate a seguire questi qui

Padre Finco, Cevoli, Rondoni, l’Associazione Esserci, Muto. Non fanno la ruggine ma cultura, popolo e amicizia. Ecco perché abusarne in questi giorni strani

Fateci caso, l’alternativa al contrappasso dell’ansia della solitudine è sempre una dimora umana, l’allegria di una dimora umana, alla quale troviamo quasi sempre bene domiciliati i nostri amici. Eccone alcuni che non fanno mai la ruggine, capaci di offrire a tempi e tempisti isolati in quarantena tutto quello che sanno fare: fare popolo, fare amicizia. Prendetene e abusatene senza prescrizione medica.

ROSETUM NO STOP. Questa l’avevamo già segnalata, ma repetita iuvant e qui si fa sempre un tifo indiavolato per padre Marco Finco: sulla pagina Youtube del Centro culturale Rosetum di Milano, il battagliero direttore artistico frate cappuccino pubblica una serie di riflessioni in questi tempi “strani”, in cui l’emergenza coronavirus obbliga la sospensione delle attività artistiche e degli incontri pubblici. Il canale regala anche storielle e piccole attività per bambini tratte dagli spettacoli più amati dagli amici del Rosetum come “Il cavaliere nel sacco” o “Giacomino nell’armadio”.

VIDEO DEI VIDEI. Uno spettacolo “da venire nelle vostre case e per far sentire la vicinanza di un artista nel forzato stop di questi giorni di emergenza. Sarà il video dei videi”. Così il comico Paolo Cevoli ha annunciato sulla sua pagina Facebook l’arrivo di un format tratto dal suo spettacolo teatrale “La Bibbia” (raccontata, appunto “nel modo di Paolo Cevoli”) uno spettacolo sul libro dei libri dove si parla di un argomento molto attuale, “la paura”, in romagnolo “pavura”, e di un Padre Eterno che a chiunque incontri ricorda “Non avere paura, non abbiate paura, non temete”, lo dice ad Adamo, Abramo, Mosè, Gesù, Maria, insomma “aspettatemi che vengo nelle vostre case con degli altri videi”.

PER NON MORIRE DI SENTIMENTALISMO. La recensione più bella l’ha già scritta Gigi Amicone, “Questo non è proprio il momento di balle sentimentali. Bravo Davide Rondoni, che nell’anno 2020 di pandemia planetaria, ti è venuta in mente una poesia di preghiera da pellegrino medievale sulle tracce di Cristo. Poesia di preghiera che ciascuno può recitare. Tanto giovane è, e bella”. E Gigi ha ragione da vendere. Quindi fate così: “Ehi Pampuri, ehi Moscati … – una poesiuola e un così sia ai medici santi – “in questo momento che sembra nero/ fateci dire con speranza ancora “tu” al mistero”; seguite il poeta Davide Rondoni su Instagram; siate “l’un per l’altro fiaccole, Punti di luce nel vagare, nel cercare di tenere persone cose e cuore acceso. Fiaccole che si bruciano ma non si spengono, non cedono al buio” (e che a certa retorica infettiva sul modello cinese rispondono per le rime).

PER CHI VUOLE ESSERCI. L’hanno battezzato “Diario di giorni difficili”, giorni in cui è possibile che un’amicizia semplice e tenace continui ad affrontare e giudicare il proprio tempo. Così i nostri amici-amici dell’Associazione Culturale Esserci hanno fatto di una semplice pagina Facebook un piccolo luogo di incontro aggiornato quotidianamente con spunti di riflessione, letture e giudizi. Aperto a tutti: per suggerimenti scrivere a redazione@esser-ci.org

BENEDETTA DIRETTA. Qualcosa di simile se l’era già inventata qualche anno fa, quando insieme all’amico Carlo Pastori aveva dato vita a AppArt, serate a base di buon vino, musica e cabaret su richiesta e direttamente a casa propria. Ebbene, oggi Walter Muto continua a prestare la sua musica a chi resta a casa: imperdibili le sue dirette Facebook e Instagram in orario cena con la migliore musica italiana e internazionale, preziosissime quelle pomeridiane: alle 16 Walter intrattiene tutti i bambini con chitarra e canti a squarciagola.