Google+

Vietnam. Storia di Dinh, il dissidente che il regime ha lasciato senza cure in carcere. Uscito, si è convertito al cattolicesimo

aprile 8, 2014 Leone Grotti

Le autorità comuniste, dopo averlo incarcerato ingiustamente, gli hanno negato le cure per il cancro. Liberato prima di morire, grazie alla testimonianza di un altro prigioniero politico, si è convertito

Dinh-Dang-Dinh-vietnam3Uno dei più famosi prigionieri politici del Vietnam, incarcerato dalle autorità comuniste «per aver utilizzato la libertà democratica per minacciare gli interessi dello Stato», è morto lo scorso 4 aprile. Prima di lasciare che il cancro prendesse la sua vita ha deciso di convertirsi per diventare «un figlio di Dio» grazie alla testimonianza di un altro storico dissidente.

«UNA TRAGEDIA». La morte di Dinh Dang Dinh è stata annunciata a Radio Free Asia dalla sorella del dissidente e secondo l’emittente «è una tragedia, avendo le autorità vietnamite rubato i suoi ultimi anni di vita rinchiudendolo lontano dai suoi cari. Ma questa tragedia potrebbe risvegliare l’intero paese».

15554-the1baa7yc491e1bb8bnhLA CONDANNA. Dinh, insegnante di chimica di 50 anni, è stato arrestato nel 2011 dopo aver promosso una petizione online per difendere la regione di Central Highlands da un progetto governativo per estrarre la bauxite che rischiava di distruggere l’intero ecosistema della regione.
Dopo che oltre tremila personalità e intellettuali hanno firmato la petizione, Dinh è stato condannato nell’agosto del 2012 a sei anni di carcere «per aver utilizzato la libertà democratica per minacciare gli interessi dello Stato» e per «aver diffuso propaganda antigovernativa».

LE CURE NEGATE. Nonostante fosse malato di cancro, le autorità gli hanno ripetutamente negato le cure necessarie a mantenerlo in vita. Quando a gennaio, dopo 26 mesi di carcere, gli è stato concesso di recarsi in ospedale era ormai troppo tardi. Il 25 febbraio il governo ha sospeso la sua pena per la gravità della malattia e il 21 marzo un’amnistia del presidente vietnamita Truong Tan Sang gli ha restituito la libertà.

LA CONVERSIONE. Dopo 14 giorni, Dinh è morto nella sua casa nella provincia di Dak Nong. Prima di morire, però, ha chiesto in modo inaspettato di convertirsi al cattolicesimo dopo che la figlia gli ha letto la commovente testimonianza di un altro dissidente, Nguyên Huu Câu. Scarcerato lo scorso 22 marzo dopo 40 anni di prigionia, Nguyen ha raccontato di «aver scoperto la fede in carcere. Ho trasformato la lunga catena di 90 anelli a cui ero legato nel mio personalissimo rosario. L’amore di Dio e della Madonna mi hanno cambiato. Non provo più rancore per i miei “fratelli e sorelle” del regime e perdono i miei carcerieri».

Dinh-Dang-Dinh-vietnam«VOGLIO DIVENTARE UN FIGLIO DI DIO». Dopo aver appreso questa testimonianza, Dinh ha chiesto di diventare «un figlio di Dio». La famiglia, riporta Eda, ha chiamato dalla capitale padre Dinh Huu Thoai, che l’ha battezzato. Secondo quanto dichiarato dalla moglie, «da quando è uscito di prigione Dinh non ha mai smesso di pregare Dio e di chiedergli di ottenere la pace». Al funerale a Ho Chi Minh City (già Saigon) ha partecipato «un’incredibile folla di persone, cattolici e non», giunta da tutte le regioni del Vietnam.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

Permette di registrare tragitti, monitorare lo stato del manto stradale, analizzare e condividere con altri appassionati informazioni e dati. Si scarica gratuitamente da Apple Store e Google Play

L'articolo Sicurezza in moto? Arriva Moto App proviene da RED Live.

La coupé dei quattro anelli festeggia il compleanno con un restyling lieve, che porta in dote più potenza e una dotazione arricchita

L'articolo Audi TT 2018, il restyling per i 20 anni proviene da RED Live.

La Renault Scenic porta al debutto la nuova motorizzazione 1.3 Tce in configurazione da 140 e 160 cv. Un quattro cilindri Tutbo benzina molto evoluto che vuole fare le scarpe al Diesel

L'articolo Prova Renault Scenic 1.3 TCe 140 e 160 cv proviene da RED Live.

Assieme ad ABS ed ESP, il sistema di controllo elettronico della trazione è un cardine dei sistemi di sicurezza montati sulla vostra auto. Nel caso non lo sappiate, è un dispositivo elettronico in grado di rendervi le cose più semplici quando la strada è scivolosa. Scopriamolo assieme

L'articolo ASR, cos’è e come funziona il controllo di trazione delle auto proviene da RED Live.

400 cv, 855 kg e 2G di accelerazione laterale. La prima Dallara omologata per circolare su strada vanta prestazioni da capogiro. Disponibile in configurazione barchetta, targa o coupé scatta da 0 a 100 km/h in 3,25 secondi. E noi ci abbiamo fatto un giro

L'articolo Dallara Stradale, siamo saliti sulla barchetta dei record proviene da RED Live.