Google+

«Verificate voi stessi, finalmente!». Cosa serve alla nostra scuola

gennaio 25, 2017 Emanuele Boffi

Quel che manca nella scuola italiana è questo: insegnanti che provochino la libertà degli studenti

scuola-primo-giorno-ansa

Articolo tratto dal numero di Tempi in edicola (vai alla pagina degli abbonamenti)

Prima Susanna Tamaro, poi Ernesto Galli della Loggia hanno scritto sul Corriere della Sera articoli sulla scuola. O meglio: articoli che mettevano sotto un cono di luce «l’emergenza educativa» di una gioventù che, prima ancora che un po’ ignorante (i congiuntivi di Di Maio) pare a tutti spaesata e fragile, cani perduti senza collare.

Galli della Loggia ha scritto cose sagge e condivisibili: la scuola italiana nata per «sottrarre la formazione dei giovani dall’egemonia cattolica», l’attuale «accozzaglia di progetti, corsi e attività», l’illusione che per educare bastino gli esperti, gli errori della politica, il finto mito della «neutralità». È tutto tragicamente vero, purtroppo, ma il punto è che non si può salvare la scuola pensando che basti solo – ripetiamo: solo – un progetto nuovo che rifugga gli stereotipi del politicamente corretto.

Cosa occorre? Nella nuova edizione de Sulle tracce di Cristo, Manuela Cantoni Camerini racconta il suo primo incontro negli anni Sessanta con don Luigi Giussani al Liceo Berchet di Milano. Lei, ebrea, si ritrovò in classe quella «forza della natura» che asseriva senza mezzi termini che «la Verità è una». Giussani invitò Cantoni a «verificare» quel che diceva. Provocata («tu di ebraismo non sai niente! Non si può essere ebrei solo perché lo sono i genitori: verifica te stessa, finalmente!»), riscoprì per sé i fondamenti di una fede data per scontata. Quel che manca nella scuola italiana è questo: insegnanti che provochino la libertà degli studenti. Se si propone onestamente questo lavoro si può parlare di tutto, anche di gender. Se non c’è questa libertà – e gente disposta a rischiare su questa libertà – la scuola è solo un posto anonimo dove trascorrere del tempo, uno scomodo parcheggio davanti al supermercato del mondo.

Foto Ansa

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

1 Commenti

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Se l’elettrico costituisce il futuro della mobilità, la tecnologia ibrida plug-in è figlia del presente. Rappresenta infatti la massima espressione del compromesso tra propulsione tradizionale e a zero emissioni. Un’auto ibrida plug-in non è altro, del resto, che un’auto ibrida, quindi dotata di un powertrain composto dall’interazione tra due motori – il primo a combustione […]

L'articolo Hyundai Ioniq Plug-in: praticamente astemia proviene da RED Live.

She’s back. Dopo quasi vent’anni d’assenza, la BMW Serie 8 è di nuovo tra noi. La coupé di Monaco, destinata a collocarsi al vertice della gamma del costruttore tedesco, arriverà nelle concessionarie nel 2018, ma le linee sono già state svelate in occasione del Concorso d’eleganza di Villa d’Este. Chiamata a sfidare rivali blasonate quali […]

L'articolo BMW Serie 8: classe cattiva proviene da RED Live.

Un accessorio può fare la differenza? Snob Milano, giovane realtà della provincia di Varese, ne è convinta. E difatti rimpolpa il suo catalogo, già ricco di occhiali da sole e da vista, con le due nuove maschere da moto Café Bubble e Café Flat, ricercate nel design e nei contenuti tecnici.  I punti in comune  Amate […]

L'articolo Snob Milano Café Bubble e Café Flat proviene da RED Live.

Il Wörthersee Meeting, vale a dire il più grande raduno tuning dedicato alle vetture del Gruppo VW, è da sempre una ghiotta occasione per i dipendenti della Casa tedesca per mostrare al mondo delle concept che, spesso, anticipano i modelli destinati a entrare in produzione. Così è avvenuto per la Golf GTI Clubsport. E così […]

L'articolo VW Golf GTI First Decade: la prima volta dell’ibrido proviene da RED Live.

La SUV nipponica si rinnova puntando su di una linea aggressiva e un telaio dalla superiore rigidità torsionale. Confermata la gamma motori che ai benzina 2.0 e 2.5 vede affiancarsi un 2.2 td. Debutta il sistema G-Vectoring Control.

L'articolo Mazda CX-5: a me gli occhi proviene da RED Live.

Strategie di Content Marketing - Video Academy di MailUp - banner iscrizione
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana