Google+

Venerdì sera c’è Inghilterra-San Marino. Ricordando uno strano, storico record – VIDEO

ottobre 10, 2012 Emmanuele Michela

8,3 secondi bastarono all’attaccante Davide Gualtieri per siglare una rete lampo nel 1993. Alla fine fu 7-1 per gli inglesi, che però non riuscirono a qualificarsi ai Mondiali in Usa. E il giocatore divenne rapidamente una star.

Sono passati 19 anni da quella “End of the world”. No, non c’entrano nulla i Maya o le profezie di Nostradamus, bensì parliamo di un match che in Inghilterra è capace ancora di evocare cattivi ricordi: è la sfida tra la nazionale inglese e quella di San Marino, che venerdì saranno contro per le qualificazioni ai Mondiali di Brasile 2014 nel tempio sacro di Wembley. Un match dall’esito bene o male scontato, ma che ha alle spalle un precedente decisamente singolare.

UN GOL DA RECORD. «Ogni tanto me lo riguardo. Ancora oggi mi chiedono se sono stato proprio io a segnare quella rete». Le parole sono quelle di Davide Gualtieri, ora proprietario di un negozio di elettronica, ma 19 anni fa calciatore della Nazionale della piccola repubblica romagnola. Il suo nome è reso celebre da un record: era il 19 novembre 1993 quando al Dall’Ara di Bologna siglò la rete più veloce della storia delle qualificazioni ai Mondiali. 8,3 secondi, nella rete proprio dei maestri del calcio, l’Inghilterra. A vedere il video, le facce dei giocatori di casa hanno tutti i segni di chi non crede ai propri occhi: Gualtieri è lesto a sfruttare l’errore di Stuart Pearce, impreciso nel toccare il pallone al portiere Seaman, s’intromette e tocca la sfera quel tanto che basta. «A distanza di tempo mi accorgo di aver fatto davvero qualche cosa di importante. Un gol in poco piu’ di 8 secondi all’Inghilterra non capita sempre, forse è proprio per questo che ancora oggi anche i tifosi di altri paesi passano a trovarmi nel mio negozio di elettronica», diceva l’ex giocatore a Uefa.com. Quella sera Gualtieri fu intervistato da ben 5 emittenti televisive diverse, e nel giro di poco tempo divenne un idolo in alcune storiche nazioni rivali inglesi: in Scozia fece ad esempio furore una maglietta dalla scritta eloquente, “Gualtieri 8 seconds”.

“FINE DEL MONDO”. Per il calcio d’Oltremanica quel gol fu l’emblema della “Fine del mondo”, come titolava il Daily Mail. Poco importa se poi la partita fini 7-1 per i Three Lions. Gli inglesi infatti alla fine non riuscirono ad ottenere il pass per Usa 1994, superati nel girone da Norvegia e Olanda. Una sorpresa, almeno quanto quella strana rete di Gualtieri, di cui non ci restano immagini: sui giornali comparve solo il fermo immagini del video. Anche i fotografi a bordocampo furono presi di sorpresa da quel guizzo improvviso.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Con un look esclusivo e sospensioni più raffinate la Yamaha MT-09 SP va a porsi al vertice della gamma della hyper naked tricilindrica di Iwata. Il suo prezzo è di 10.190 euro f.c.

L'articolo Prova Yamaha MT-09 SP proviene da RED Live.

Nissan propone per il 2018 un restyling di X-Trail che rinnova senza rivoluzionare. Le forme vengono riviste e la lunghezza complessiva aumentata a vantaggio di un bagagliaio più grande. Propulsore e meccanica rimangano invariate. Andiamo a scoprirla

L'articolo Prova Nissan X-Trail 1.6 dCi 130 CVT 2WD Tekna proviene da RED Live.

Sulla breccia da 39 anni, la Classe G ha saputo resistere alle mode puntando su robustezza, affidabilità e su alcuni clienti... "importanti"

L'articolo Classe G, la storia “sporca” della off road Mercedes proviene da RED Live.

DNA OFFROAD Al Salone di Detroit 2018 la Casa della Stella ha presentato la Nuova Mercedes Classe G. Che non ha tagliato in modo brusco i ponti con il passato e – tranquilli –  non si è rammollita: a lei, le SUV moderne fanno davvero un baffo. Nel senso che la G continua ad essere […]

L'articolo Nuova Mercedes Classe G 2018: nel solco della tradizione proviene da RED Live.

Seppur presentato nel 2016, il sistema di trazione integrale della Focus RS è tutt’oggi una soluzione ingegneristica avanzata ed è raro trovarne una descrizione chiara e completa. Siete sicuri di avere capito come funziona? Leggete per scoprirlo!

L'articolo Magia elettronica! La trazione integrale della Ford Focus RS proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download