Google+

Kim Jong-un ha “distrutto” 70 soldati anche se ne sono morti solo 4

ottobre 21, 2011 Leone Grotti

La propaganda del regime comunista nordcoreano non si smentisce mai. Per ricordare l’attacco missilistico sferrato gratuitamente contro l’isola sudcoreana di Yeonpyeong, che ha causato la morte di quattro persone, hanno scritto: «Come il compagno Kim Jong-un ha combattuto e sconfitto da solo 70 soldati americani. Se riproveranno a invaderci, se ne sbarazzerà ancora»

“La più grande vittoria, come il compagno Kim Jong-un ha combattuto e sconfitto da solo 70 soldati americani”. E ancora: “Guardando sempre con avidità le nostre acque territoriali, 70 marionette della Corea del Sud insieme ai loro burattinai dell’esercito degli Stati Uniti hanno preso il mare intorno all’isola di Yeonpyeong per minacciarci, ma le nostre armate rivoluzionarie guidate dal compagno Kim Jong-un li hanno distrutti”.

Si sa, con il tempo la memoria sbiadisce, e la propaganda nordcoreana è famosa per ritoccare i fatti ma questa volte il regime di Pyongyang ha un po’ esagerato. La notizia data in Corea del Nord, a quasi un anno dall’attacco missilistico sferrato dal regime comunista all’isola sudcoreana di Yeonpyeong, si allontana un po’ troppo dalla realtà. L’attacco, che nel novembre 2010 ha fatto temere un’escalation militare, non solo è stato del tutto gratuito – non era infatti in mare nessuna forza sudcoreana né statunitense pronta a invadere la Corea del Nord – ma ha portato alla morte di quattro persone e non 70.

“Se riproveranno a invaderci, il compagno generale Kim Jong-un se ne sbarazzerà ancora”. La propaganda del regime ha sempre descritto al popolo l’attacco all’isola di Yeonpyeong come una lezione impartita ai sudcoreani da Kim Jong-un, terzogenito dei Kim e destinato a prendere il posto del padre, e attuale dittatore, Kim Jong-il alla guida del paese. Ma non aveva mai millantato la presenza di soldati americani, parte di un esercito invasore, né la morte di 70 persone.

Il tentativo di mitizzare la figura di Kim Jong-un è sempre in atto, insieme a un’altro ricominciato di recente: idolatrare la figura della sua madre biologica, Ko Young Hee, che non si è mai sposata con il “caro leader” Kim Jong-il. Secondo alcune fonti, sembra che sia stata riabilitata la canzone “Madre di Pyongyang”, che parla di Ko e che mira a risolvere i problemi politici legati ai natali appunto di Kim Jong-un.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download

Tempi Motori – a cura di Red Live

Prodotta in soli 150 esemplari, l'iconica fuoristrada inglese si può ordinare ad un prezzo di partenza di circa 170.000 euro

L'articolo Land Rover Defender Works V8: 405 cv per festeggiare i 70 anni proviene da RED Live.

Il tempo purtroppo passa per tutti e man mano che l’età avanza la nostra cara patente B richiede revisioni più frequenti. Scopriamo assieme passo a passo la procedura da seguire

L'articolo Come rinnovare la patente B proviene da RED Live.

Dopo quattro anni, la SUV americana si rinnova a Detroit. E lo fa con un look rivisto, tanta tecnologia e nuovi angeli custodi elettronici. Top di gamma la specialistica Trailhawk

L'articolo Jeep Cherokee 2018, il restyling debutta a Detroit proviene da RED Live.

Con un look esclusivo e sospensioni più raffinate la Yamaha MT-09 SP va a porsi al vertice della gamma della hyper naked tricilindrica di Iwata. Il suo prezzo è di 10.190 euro f.c.

L'articolo Prova Yamaha MT-09 SP proviene da RED Live.

Nissan propone per il 2018 un restyling di X-Trail che rinnova senza rivoluzionare. Le forme vengono riviste e la lunghezza complessiva aumentata a vantaggio di un bagagliaio più grande. Propulsore e meccanica rimangano invariate. Andiamo a scoprirla

L'articolo Prova Nissan X-Trail 1.6 dCi 130 CVT 2WD Tekna proviene da RED Live.

Pasqua in Armenia - iStoria Viaggi