Google+

Iraq. Anche i cristiani potrebbero combattere con i curdi contro lo Stato islamico. «Ma no a una milizia indipendente»

settembre 30, 2014 Redazione

Molti profughi «vorrebbero offrirsi volontari», afferma l’arcivescovo di Erbil Warda. Ma non ci sarà nessun gruppo confessionale: «Sarebbe distruttivo»

iraq-erbil01

«Perché nessuno ci protegge? Vogliamo i fucili e le munizioni, così possiamo farlo da soli». Sono tanti i cristiani cacciati dalle loro case dai jihadisti dello Stato islamico e rifugiati in Kurdistan ad aver parlato in questo modo negli ultimi mesi.  Per due volte la settimana scorsa la stampa irachena ha annunciato la formazione di “milizie cristiane” deputate alla difesa dei villaggi della Piana di Ninive, anche se le cose non stanno così.

iraq_peshmerga04«NIENTE ARMI AI CRISTIANI». Ci sono 120 mila profughi nel Kurdistan iracheno che vivono per le strade, in edifici abbandonati o nelle scuole. Presto arriverà l’inverno e i cristiani ancora non possono tornare alle loro case. Ma l’idea di riconquistare da soli le città perdute è stata sempre respinta con forza dal patriarca caldeo Louis Raphael Sako I, secondo cui «dare le armi ai cristiani sarebbe distruttivo, le forze dello Stato devono occuparsi della difesa». D’accordo anche il patriarca maronita Bechara Boutros Rai: «Dobbiamo evitare che si instauri la legge della giungla».

«NESSUNA MILIZIA». Detto questo, anche i cristiani cacciati dalle loro case potrebbero prendere parte alla difesa del paese, come dichiarato al Corriere della Sera dall’arcivescovo di Erbil Bashar Warda: «Per il momento si tratta solo di un progetto, di un’idea. Non c’è ancora nulla di concreto. So che parecchi giovani vorrebbero offrirsi volontari. Tra loro siriaci cattolici, ortodossi, caldei e anche assiri».
È importante però capire, continua, «che non si tratta di una milizia indipendente. L’idea è che i cristiani siano integrati con i militari curdi, che a loro volta sono coordinati con l’esercito iracheno, che fa capo ai comandi centrali di Baghdad».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

La fortwo, l’utilitaria più corta sul mercato – è lunga solo 2,69 m – si aggiorna. La novità principale è rappresentata dalla disponibilità di serie, sin dall’allestimento entry level youngster, della frenata automatica d’emergenza e dei fendinebbia. Un upgrade in materia di sicurezza tutt’altro che marginale, esteso anche alla versione a quattro posti forfour. Tessuto […]

L'articolo smart fortwo e forfour 2018: danno di più proviene da RED Live.

Vi piace pedalare in collina? Se volete farlo in compagnia di migliaia di altri ciclisti, e con la possibilità di mettere alla prova il vostro spirito agonistico, l’occasione giusta è la 5° edizione della Granfondo Scott, in programma il 3 settembre 2017 con partenza e arrivo a Piacenza Expo. La manifestazione propone due percorsi, caratterizzati […]

L'articolo Granfondo Scott, al via il 3 settembre proviene da RED Live.

C’è qualcosa che non torna… Non dovevi cambiare radicalmente? Non dovevi votarti alla collocazione centrale del motore? Ah, manca ancora un anno? Questo, allora, significa che sei l’ultima versione della Corvette “tradizionale”. Il canto del cigno di una delle muscle car più apprezzate al mondo che, per festeggiare i 65 anni di carriera, debutta nella […]

L'articolo Chevrolet Corvette MY18: l’ultima volta proviene da RED Live.

“All for freedom, freedom for all”. È il nuovo motto di Harley-Davidson che intende sedurre anche chi non è (ancora) un motociclista

L'articolo Harley-Davidson, nuovo slogan proviene da RED Live.

Nel bel mezzo di Agosto, la Casa di Iwata lancia un criptico video teaser che anticipa quanto verrà svelato il 6 settembre alle 17:00: la Yamaha T7

L'articolo Yamaha T7, il video teaser proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana