Google+

Imprenditori e investitori in rete per uscire dalla crisi. Così le Pmi italiane tornano ad assumere. Anche i giovani

aprile 21, 2014 Matteo Rigamonti

Se il mercato domestico è fermo, le imprese devono provare a crescere altrove. La proposta di Carlo Bassi e BackToWork24 per aiutarle è metterle in contatto con chi dispone delle competenze e i capitali che servono a farlo

Una società per mettere in contatto le imprese con i manager e gli investitori. Da due anni, Carlo Bassi, l’imprenditore che ha rilanciato la moto Borile e gli yachts Sciallino, si è impegnato in questa avventura, partendo dapprima in totale autonomia e ricevendo in un secondo momento l’appoggio del Gruppo 24 Ore, di cui oggi BACKtoWORK24, la sua piattaforma, fa parte. La modalità individuata da Bassi è quella di raccogliere ogni potenziale candidatura (azienda, imprenditore, manager o investitore), facendo compilare ai diretti interessati una scheda di presentazione delle proprie attività e richieste, per poi preparare gli appuntamenti.
In caso di buon esito e conclusione dell’accordo, BACKtoWORK24 si aggiudica una commissione pari al 5 per cento dell’importo investito. Nel giro di due anni sono stati raccolti i nominativi di duemila manager e investitori (di cui 250 privati) e di 1600 aziende e imprenditori. Quaranta le operazioni concluse per un totale di 8 milioni di euro investiti, per una media di ogni singolo investimento pari circa a 200 mila euro. Entro la fine dell’anno, Bassi ha in programma di portare a termine altre 60 operazioni, offrendo ad ogni imprenditore la possibilità di avere circa cinque o sei incontri al mese con investitori e manager interessati.

MEGLIO DI UNA START UP. «Certamente le cose sono cambiate in positivo da quando abbiamo il logo del Sole 24 Ore alle spalle», spiega Bassi a tempi.it. «Prima ci consideravano quasi degli extraterrestri, ma dopo due anni si è iniziato a capire che il metodo che abbiamo individuato per uscire dalla crisi porta frutto e sempre più imprenditori ci chiedono di poter entrare in contatto con la nostra realtà». L’obiettivo, prosegue Bassi, «è quello aiutare le nostre imprese a uscire dall’autoreferenzialità, perché, se è vero che oggi il mercato domestico e quello europeo sono fermi, è indispensabile espandersi su quello globale per chi vuole crescere e sopravvivere». Soltanto che i 3 milioni e 700 mila imprenditori italiani (tante sono le Pmi con meno di dieci dipendenti) non sempre dispongono delle risorse e competenze necessarie per farlo. Da qui l’idea di portare capitali e manager in azienda per provare a far fare loro un salto altrimenti impossibile.

PROSPETTIVE PER GIOVANI. «Le imprese che si rivolgono a noi – continua Bassi – sono in maggioranza manifatturiere e fanno tutte parte di quel 95 per cento di Pmi che hanno meno di dieci dipendenti e ancora offrono un posto all’80 per cento dei lavoratori italiani. Noi crediamo, infatti, che sia molto meglio portare nuove competenze e professionalità all’interno di strutture già rodate piuttosto che avviarne sempre di nuove. Secondo noi è preferibile che un giovane, piuttosto che far partire una nuova start up, si inserisca in un’azienda già solida, dove può apprendere competenze, che altrimenti dovrebbe inventarsi da sé, e fare affidamento su adeguate disponibilità finanziarie, che da solo difficilmente potrebbe ottenere».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

2 Commenti

  1. mike says:

    in base a quanto detto, diciamo non troppo, pare una buona idea. solo che se funziona non so se la lasceranno continuare i signori dell’economia internazionale.

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download

Tempi Motori – a cura di Red Live

Rialzata, “rinforzata” nel look ma con lo stesso grande comfort di ogni Classe E, la All Terrain entra di forza nel segmento delle Statio Wagon rialzate. Offre tanto spazio e un comfort sontuoso, ma la sua attitudine off road è reale

L'articolo Prova Mercedes E 220 CDi All Terrain proviene da RED Live.

Potenza esagerata, guidabilità di alto livello e un motore capace di stupire per gestibilità ed erogazione. La Panigale V4 apre una nuova era in casa Ducati e lo fa non solo per le prestazioni ma anche per come le “serve” al pilota. Non è solo l’ultima supersportiva Ducati è un cambio di filosofia, che potrebbe piacere a molti

L'articolo Prova Ducati Panigale V4 S proviene da RED Live.

Rifatta da cima a fondo la crossover Subaru ha aumentato le sue capacità off road, migliorando al contempo il comportamento su strada. Più efficace e comoda migliora anche nella qualità percepita degli interni. Solo benzina per i motori Boxer che continuano ad avere un po’ di sete.

L'articolo Prova Subaru XV 2018 proviene da RED Live.

Prodotta in soli 150 esemplari, l'iconica fuoristrada inglese si può ordinare ad un prezzo di partenza di circa 170.000 euro

L'articolo Land Rover Defender Works V8: 405 cv per festeggiare i 70 anni proviene da RED Live.

Il tempo purtroppo passa per tutti e man mano che l’età avanza la nostra cara patente B richiede revisioni più frequenti. Scopriamo assieme passo a passo la procedura da seguire

L'articolo Come rinnovare la patente B proviene da RED Live.

Pasqua in Armenia - iStoria Viaggi