Google+

«Il costo del Tfa è esagerato, da Profumo mi aspettavo di più»

maggio 7, 2012 Carlo Candiani

Intervista a Giovanni Cominelli, che commenta la scelta del ministro Profumo di creare per il Tfa una corsia preferenziale per i docenti con almeno tre anni di servizio.

Dopo avere confermato il via al Tirocinio formativo attivo, anticamera dell’abilitazione per il reclutamento dei docenti, il ministro dell’Istruzione Francesco Profumo si è corretto in corsa, annunciando una specie di corsia preferenziale per i docenti con almeno tre anni di servizio: «Non ci saranno selezioni d’ingresso per loro, perché, nella realtà, il tirocinio l’hanno già fatto».

«Bastano tre anni di insegnamento per far saltare una verifica?», dice a tempi.it Giovanni Cominelli, esperto in sistemi educativi. «Secondo me no e questo intervento potrebbe nascondere un accordo tra il ministro e i sindacati. Con tre anni di insegnamento, se uno è incapace di insegnare, neanche se fa docenza per venti, diventa in grado di assolvere pienamente il suo compito».

È ancora insoluto il passaggio tra reclutamento e valutazione.
Ci sono problemi di sostanza: primo, che cosa si fa nelle università per preparare i futuri docenti? Finché l’università conta per l’aspetto decisivo e le scuole dove si fa tirocinio e praticantato, invece, contano poco o nulla per il giudizio di abilitazione, avremo sempre problemi di selezione degli insegnanti. Come noi chiediamo ai ragazzi il loro portfolio, così dovremmo fare anche con i docenti; e avere solo conoscenze accademiche non è affatto sufficiente per abilitare all’insegnamento.

Il ministro vuole svuotare le graduatorie, ma il sospirato abbassamento dell’età media dei docenti è ancora rinviato.
Il dato oggettivo che avranno di fronte tutti i ministri, finché non si spezzerà il circolo vizioso di un cattivo reclutamento, è che i cosiddetti precari hanno in media quarant’anni d’età e dobbiamo ammettere che per i giovani non ci saranno spazi per almeno cinque anni, se non dieci, perché negli anni delle vacche grasse si è assunto chiunque, senza verifiche e controlli. La politica dovrebbe intervenire con coraggio.

Il ministro Profumo è fiducioso che i prossimi anni verranno creati nuovi posti di lavoro.
I ministri, tecnici o politici che siano, sono obbligati ad essere ottimisti. Ripeto: finché prevarrà la burocrazia anche nei concorsi, sul modello delle pubbliche amministrazioni, l’insegnante e l’impiegato postale saranno uguali e i problemi rimarranno.

Il Tfa non costerà meno di 2500 euro: non è troppo?
Certo, infatti non ha alcun senso. Tempo fa non abbiamo voluto fare riforme adeguate e adesso siamo in balia di un circolo vizioso che costa sul singolo e non produce risultati. È la scuola che dovrebbe assumersi il costo, perché è l’azienda scuola che si sta preparando il suo personale futuro.

Quindi, pollice verso per il Tfa?
No, perché con il Tfa qualcosa migliora. Però dal ministro mi sarei aspettato il rovesciamento della logica accademica dei concorsi: ne potranno fare anche uno ogni due o cinque anni, ma i concorsi così come sono impostati favoriscono solo la buona memoria. Non si valuta per niente la capacità di insegnamento.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

1 Commenti

  1. Gianni Stival scrive:

    Se uno è incapace di insegnare, come scrive Cominelli, non lo si scoprirà di certo nel test di ingresso del tfa.

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

La Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line è una suv compatta per chi va sempre di corsa ma non per questo manca di praticità. Si parte da 46.000 euro.

L'articolo Prova Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line proviene da RED Live.

Mentre tutti sono sotto l’ombrellone, la Casa varesina presenta le ultime due moto che mancavano all’appello dell’Euro4: le F3 (675 e 800) e la Dragster 800 RR. E con l’occasione…

L'articolo MV Agusta F3 e Dragster 800 RR Euro4 proviene da RED Live.

La fame del colosso indiano Bajaj sembra non avere fine: dopo aver conquistato il 49% del Gruppo KTM, ora punta a un noto Marchio inglese. Nasce così la partnership (commerciale) Triumph e Bajaj

L'articolo Triumph e Bajaj, insieme per le piccole proviene da RED Live.

Black Jack, come il gioco d’azzardo che coinvolge banco e giocatori. In questo caso, però, il ruolo del casinò viene interpretato dalla Opel e l’oggetto del desiderio non è il classico “21”, bensì la city car Adam in edizione speciale. L’inedito allestimento Black Jack, che esalta l’inclinazione alla personalizzazione tipica dell’utilitaria tedesca, porta in dote […]

L'articolo Opel Adam Black Jack: scommessa vinta proviene da RED Live.

Dopo il successo ottenuto con la 300, Beta allarga ulteriormente la gamma delle enduro “facili”: ora è il momento della Beta XTrainer 250, moto facile per alcune soluzioni ma comunque capace di grandi cose

L'articolo Beta Xtrainer 250 proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana