Google+

I sindaci No Tav aprono un dialogo col governo. M5S e antagonisti protestano

ottobre 29, 2015 Marco Margrita

Gli esponenti del movimento e i grillini giudicano controproducente (e forse interessata) l’apertura dei primi cittadini al ministro Delrio

Il ministro Graziano Delrio incassa, dopo averli incontrati a latere dell’Assemblea Nazionale Anci, in corso di svolgimento a Torino, il sì dei sindaci No Tav all’istituzione di un un tavolo di confronto permanente. Un tavolo – parallelo all’Osservatorio, dove invece da anni procede il lavoro comune con le amministrazioni dialoganti – che non potrà portare alla rinuncia all’opera.
“Il confronto è stato molto franco – ha detto Delrio – Con questa iniziativa vogliamo recuperare il tempo perduto, svelenire il clima e costruire un luogo di confronto dove ridiscutere con serenità ed apertura ascoltando tutti i suggerimenti che vengono dal territorio”.
Il primo incontro del tavolo sarà fissato nei prossimi giorni dal commissario di governo per la Torino-Lione, Paolo Foietta, e dal presidente dell’Unione Montana Valsusa, Sandro Plano.
I sindaci contrari alla nuova linea ferroviaria hanno ribadito “l’opposizione alla sua realizzazione e alla logica che le sta dietro, ma proviamo a confrontarci a questo tavolo dove saremo liberi di dire quello che vogliamo”.
Affermazioni che non bastano a rassicurare gli esponenti del movimento No Tav e i grillini, che giudicano controproducente (e forse interessata) l’apertura.

“Il sindaco di Susa, Sandro Plano, ha tradito il suo mandato e tutti i valsusini. Ora capiamo perché nessuno del M5S era gradito all’incontro odierno tra il ministro Delrio e i sindaci della valle contrari al Tav”. Denunciano in una nota i deputati M5S Laura Castelli e Ivan Della Valle. “La domanda – colpiscono duro i due parlamentari – è: per quale ragione Plano ha tradito? Per quanto? A cosa serve un ulteriore tavolo o, ancora peggio, un ulteriore osservatorio se il ministro afferma che l’opera non è in discussione? Forse a far sparire più soldi possibili attraverso le compensazioni?”
Per i due pentastellati non c’è “mai da fidarsi di un personaggio con la tessera del Pd in tasca, prima o poi mette davanti gli interessi personali rispetto a quelli di una intera comunità. Noi riteniamo che il sindaco Plano stia tradendo il suo mandato e ne chiediamo le immediate dimissioni. L’unico tavolo a cui i veri amministratori No Tav si dovrebbero sedere è quello per la definitiva chiusura dell’opera”.
Un tavolo che apre il confronto con il Governo e un solco tra amministratori e movimentisti. E forse, per l’Esecutivo, questo è già un primo risultato.


Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

Permette di registrare tragitti, monitorare lo stato del manto stradale, analizzare e condividere con altri appassionati informazioni e dati. Si scarica gratuitamente da Apple Store e Google Play

L'articolo Sicurezza in moto? Arriva Moto App proviene da RED Live.

La coupé dei quattro anelli festeggia il compleanno con un restyling lieve, che porta in dote più potenza e una dotazione arricchita

L'articolo Audi TT 2018, il restyling per i 20 anni proviene da RED Live.

La Renault Scenic porta al debutto la nuova motorizzazione 1.3 Tce in configurazione da 140 e 160 cv. Un quattro cilindri Tutbo benzina molto evoluto che vuole fare le scarpe al Diesel

L'articolo Prova Renault Scenic 1.3 TCe 140 e 160 cv proviene da RED Live.

Assieme ad ABS ed ESP, il sistema di controllo elettronico della trazione è un cardine dei sistemi di sicurezza montati sulla vostra auto. Nel caso non lo sappiate, è un dispositivo elettronico in grado di rendervi le cose più semplici quando la strada è scivolosa. Scopriamolo assieme

L'articolo ASR, cos’è e come funziona il controllo di trazione delle auto proviene da RED Live.

400 cv, 855 kg e 2G di accelerazione laterale. La prima Dallara omologata per circolare su strada vanta prestazioni da capogiro. Disponibile in configurazione barchetta, targa o coupé scatta da 0 a 100 km/h in 3,25 secondi. E noi ci abbiamo fatto un giro

L'articolo Dallara Stradale, siamo saliti sulla barchetta dei record proviene da RED Live.