Google+

Fotografia – Le vedute intrise di mistero di Axel Hütte

aprile 9, 2014 Mariapia Bruno

Nel Romanticismo tedesco la natura si rivela attraverso l’immaginazione. E’ un concetto che molto affascina Axel Hütte, fotografo classe 1951 appartenente alla cosiddetta “scuola di Düsseldorf”, che attraverso i suoi scatti rivela un interesse profondo per il paesaggio urbano e, soprattutto, naturale. Le vedute da lui immortalate sono intrise di mistero: per catturarle l’artista ha dovuto viaggiare ai confini del mondo, dall’Alaska alle Hawai, per catturare qualcosa che non era mai stato fotografato prima. Protagonista dal prossimo 12 aprile fino al 29 giugno 2014 della retrospettiva Axel Hütte. Fantasmi e realtà presso il Foro Boario di Modena, il fotografo di Essen mostra ai nostri occhi le sue peculiarità attraverso 20 opere di grandi dimensioni selezionate dalle serie Glaciers (1997 – 2002), Water Reflection (1998 – 2007), Caves (2008) e dalla più recente New Mountains (2011- 2013) dalla quale sono state estrapolate delle immagini scattate presso l’Appennino modenese, finora inedite.

E se nella serie più antica l’artista racconta di paesaggi distanti e irreali, dominati dalla luce fredda e bianca degli orizzonti del nord e dalla trasparenza blu dei ghiacci, in quella dedicata all’acqua si è catturati da un gioco di specchi che ci invita ad immergerci in un mondo che sembra vero, ma che in realtà è soltanto un riflesso. La penultima serie racconta di montagne incantate, mentre l’ultima vede come protagonista la luce in un territorio – catturato da un punto di vista spesso a volo d’uccello – dove nuvole scure, nebbia e vapore trasformano, agli occhi dell’osservatore, la realtà di un paesaggio nel fantasma di se stesso.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.
La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

La Renault Scenic porta al debutto la nuova motorizzazione 1.3 Tce in configurazione da 140 e 160 cv. Un quattro cilindri Tutbo benzina molto evoluto che vuole fare le scarpe al Diesel

L'articolo Prova Renault Scenic 1.3 TCe 140 e 160 cv proviene da RED Live.

Assieme ad ABS ed ESP, il sistema di controllo elettronico della trazione è un cardine dei sistemi di sicurezza montati sulla vostra auto. Nel caso non lo sappiate, è un dispositivo elettronico in grado di rendervi le cose più semplici quando la strada è scivolosa. Scopriamolo assieme

L'articolo ASR, cos’è e come funziona il controllo di trazione delle auto proviene da RED Live.

400 cv, 855 kg e 2G di accelerazione laterale. La prima Dallara omologata per circolare su strada vanta prestazioni da capogiro. Disponibile in configurazione barchetta, targa o coupé scatta da 0 a 100 km/h in 3,25 secondi. E noi ci abbiamo fatto un giro

L'articolo Dallara Stradale, siamo saliti sulla barchetta dei record proviene da RED Live.

Nata anche da un'imbeccata di Stefano Accorsi, questa 308 al Nandrolone trasferisce su strada il meglio della versione Cup

L'articolo Peugeot 308 by Arduini Corse, one off su base GTi proviene da RED Live.

In 100.000 hanno raggiunto Praga da tutto il mondo per celebrare i 115 anni di un marchio più arzillo che mai. Una buona occasione per parlare del futuro di Harley-Davidson (che sarà anche elettrico) ma non solo

L'articolo Harley-Davidson, 115 di questi anni proviene da RED Live.