#MeToo ma anche no. Cupido ai tempi delle porcherie

La libera orgia degli istinti e le preoccupazioni un po’ bacchettone e un po’ scontate del “femministicamente” corretto ci tengono lontani dal ragionare (seriamente) d’amore. Qui ci si prova: da Dante a Lewis, da Weinstein a Spacey

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

L’Oscar dell’inclusione è una cacchiata pazzesca

Dalla Notte del 2016 si apprende che i bianchi, gli eterosessuali e i ricchi sono tutti cattivi e inquinano. E che la statuetta dell’Oscar è la rappresentazione dell’uomo perfetto (con le mani a posto e senza pene)

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Se tutto è violenza, niente è violenza

I giornali coprono sempre più ossessivamente ogni minima accusa di violenza sull’onda della campagna #Metoo, dimenticandosi invece di violenze ben più acclarate

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •